La CIWF lancia una petizione contro l’uso delle gabbie individuali per lo svezzamento dei vitelli

//La CIWF lancia una petizione contro l’uso delle gabbie individuali per lo svezzamento dei vitelli

La CIWF lancia una petizione contro l’uso delle gabbie individuali per lo svezzamento dei vitelli

Riportiamo il testo della newsletter inviata oggi dalla Compassion in World Farming (CIWF) Italia Onlus, associazione no profit che lavora per la protezione e il benessere degli animali allevati a scopo alimentare.

 

Anche i vitelli sono in gabbia

Buongiorno,

non mi stancherò mai di dire quanto siano crudeli le gabbie e quanto il loro uso determini una vita di pene e sofferenze per gli animali che vi sono costretti.

Una specie che troppo spesso viene dimenticata ma che trascorre i primi due mesi di vita segregata in box singoli è quella dei vitelli.

NO GABBIE PER VITELLI

Siamo stati in allevamenti italiani che producono le eccellenze del Made in Italy. Anche lì, è prassi comune separare i vitellini appena nati dalle loro madri e trasferirli in recinti individuali, dove a stento riescono a muoversi e a socializzare.

Tenere i vitelli in box singoli per le prime 8 settimane di vita è consentito dalla legge, ma vivere in gruppo fin dalla nascita è fondamentale per il benessere dei vitelli. Hanno maggiore spazio per il gioco e altre attività, sviluppano legami sociali e imparano ad affrontare situazioni critiche, riducendo la paura. Ma soprattutto, se l’allevamento in gruppo è gestito correttamente, i vitelli sviluppano meno malattie.

FIRMA ORA

In Italia nascono circa 1.800.000 vitelli ogni anno. La maggior parte trascorre le prime 8 settimane di vita rinchiusa in un box, in solitudine.

Se firmi l’Iniziativa dei cittadini europei per mettere fine all’allevamento in gabbia, firmi anche per eliminare i box individuali per i vitelli.

ENTRA IN AZIONE

 

 

 

Fonte: CIWF

Print Friendly, PDF & Email
Di |2018-11-08T16:49:18+00:008 novembre 2018|Categorie: News|Tags: , , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

3 Comments

  1. Vilma Massa Bova 11 novembre 2018 al 10:13 - Rispondi

    Noi personalmente siamo stati sempre contro a queste gabbie 4 ×4. Parliamo di benessere animale, vacche libere…box separati …poi chiudiamo i vitelli li . Noi abbiamo comprato le coperte termiche. Stanno molto bene nei box grandi con tanto di paglia sotto.

  2. Francesco Borga (veterinario vitellaro ) 11 novembre 2018 al 19:30 - Rispondi

    L’ adozione di box singoli in cui tenere i vitelli costa centinaia di euro a posto,
    la gestione dei giovani vitelli in box singoli comporta un maggior impiego di manodopera.
    Perciò gli allevatori attenti ai costi liberano i vitelli in piccoli box multipli al più presto possibile,
    compatibilmente con il loro stato di salute. ma i numeri sono impietosi .
    il box singolo è necessario perché la gestione dei giovani vitelli in box multipli è difficoltosa e
    anche disponendo di animali assolutamente omogenei e coetanei comporta un aumento della mortalità e morbilità:
    in animali immunologicamente immaturi qualsiasi patologia del singolo
    si trasmette all’intero gruppo, con aumentato del consumo di farmaci,
    di cronici e morti…
    Ad esempio basta osservare il ciclo dei protozoi e dell’infestazione oro-fecale

    • Ruminantia 11 novembre 2018 al 19:44 - Rispondi

      Nella Stalla Etica di Ruminantia consigliamo la gabbia individuale per i primi 10 gg per evidenti ragioni sanitarie e poi box collettivi. La tecnica della ” balia” va ancora messa bene a punto x le bovine da latte.

Scrivi un commento