Anacer: l’import e l’export cerealicolo in Italia nei primi due mesi del 2019

//Anacer: l’import e l’export cerealicolo in Italia nei primi due mesi del 2019

Anacer: l’import e l’export cerealicolo in Italia nei primi due mesi del 2019

Sulla base dei dati provvisori Istat le importazioni in Italia nel settore dei cereali, semi oleosi e farine proteiche nei primi due mesi del 2019 sono aumentate nelle quantità di 46.000 tonnellate (+1,3%) e nei valori di 101,5 milioni di Euro (+11,4%), rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Tra i prodotti in esame, il comparto dei cereali in granella registra l’aumento complessivo di 54.000 t (+2,4%): la riduzione degli arrivi di grano tenero (-109.000 t), orzo (-33.400 t) e altri cereali minori (-14.200 t) risulta compensata dall’incremento del grano duro (+167.000 t) e granturco (+44.000 t). Relativamente al riso, considerato nel complesso tra riso semigreggio, lavorato e rotture di riso, si registra un incremento delle importazioni di circa 10.400 tonnellate (+40%). Le importazioni dei semi e frutti oleosi aumentano del 20% (+77.000 t), quelle di farine proteiche diminuiscono di 57.000 tonnellate (-12%).

Le esportazioni dall’Italia nei primi due mesi del 2019 registrano una flessione nelle quantità di 40.000 tonnellate (-5,3%) ed un incremento nei valori di 29,4 milioni di Euro (+5,4%), rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

La riduzione dei quantitativi esportati è dovuta soprattutto ai cereali in granella (-63.000 t); in misura minore al riso (-6.500 t nel complesso tra risone, semigreggio e lavorato) ed alla semola di grano duro (-2.900 t). Confermano il trend positivo le vendite all’estero di paste alimentari (+4,3%), farina di grano tenero (+12%), e mangimi a base di cereali (+26%).

Fonte: Anacer

Print Friendly, PDF & Email
Di |2019-05-20T10:11:52+02:0020 Maggio 2019|Categorie: News|Tags: , , , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento