Bisogni e soluzioni per migliorare la produttività del settore ovino in Europa e Turchia: se ne discuterà al Seminario Finale di SheepNet

//Bisogni e soluzioni per migliorare la produttività del settore ovino in Europa e Turchia: se ne discuterà al Seminario Finale di SheepNet

Bisogni e soluzioni per migliorare la produttività del settore ovino in Europa e Turchia: se ne discuterà al Seminario Finale di SheepNet

SheepNet è un progetto Europeo che mira a migliorare la produttività del settore ovino ed include le 6 nazioni europee con le maggiori produzioni ovine (Irlanda, Spagna, Italia, Francia, Gran Bretagna e Romania) e la Turchia. La produttività ovina (numero di agnelli allevati per pecora avviata alla riproduzione) è una combinazione di prolificità, fertilità, sopravvivenza embrionale e neonatale. SheepNet è stato concepito per stimolare lo scambio di conoscenza tra ricercatori, consulenti aziendali, produttori e tutti i portatori di interesse della filiera ovina al fine di disseminare le migliori partiche gestionali e le innovazioni nelle aziende.

Principali criticità per incrementare le produttività ovina

Un questionario online è stato condotto per identificare le principali sfide e necessità nonché le migliori pratiche gestionali per migliorare la produttività ovina (riproduzione e gravidanze efficienti, ridotta mortalità degli agnelli). Ai partecipanti è stato richiesto di selezionare e classificare in ordine di importanza sino a 5 aspetti per migliorare il tasso di fecondazione (da una lista di 16) e la fertilità (13) nonché i principali aspetti per ridurre la mortalità degli agnelli legati alle pratiche gestionali (11) e all’animale (11).

La distribuzione dei partecipanti è stata: Francia 31%, Italia 17%, Turchia 14%, Irlanda 13%, Spagna 11%, Romania 8% e UK 6%. La maggior parte delle risposte sono state fornite da allevatori. Il sessantanove per cento degli allevatori erano produttori di carne, il restante 31 di latte.

Ci sono state molte corrispondenze tra nazioni tra le problematiche identificate ma l’ordine di importanza è stato leggermente diverso. Le principali tematiche identificate per migliorare il tasso di pecore gravide erano legate all’alimentazione, al BCS e allo stato sanitario dell’allevamento. Alimentazione, controllo e prevenzione degli aborti e diagnosi di gravidanza sono stati individuati come gli aspetti preminenti per migliorare la fertilità. La gestione dei ricoveri, una adeguata preparazione al parto e l’alimentazione della pecora gravida sono state le problematiche evidenziate per ridurre la mortalità degli agnelli. La quantità e qualità del colostro, il vigore e il peso dei neonati sono invece gli aspetti legati all’animale maggiormente citati per ridurre la mortalità.

Soluzioni pratiche per aumentare le produttività

Per corrispondere ai bisogni identificati, entro ogni regione e sistema di allevamento, SheepNet ha identificato 42 soluzioni e 73 suggerimenti pratici che rendono più efficace l’applicazione delle soluzioni. Tutto il materiale è stato raccolto con la partecipazione attiva degli allevatori nei workshop nazionali. Il confronto tra nazioni ha evidenziato che le soluzioni alla maggior parte dei problemi sono disponibili in qualcuna delle nazioni coinvolte.

Le soluzioni maggiormente apprezzate dagli allevatori sono state: guide pratiche per l’alimentazione e la gestione del pascolo, note tecniche per la gestione degli aborti, registrazione in azienda della mortalità embrionale, raccomandazioni pratiche su come ottenere un peso alla nascita ottimale, un kit per esercitarsi nella metodica del BCS.

I seguenti suggerimenti pratici sono risultati molto popolari tra gli allevatori: un cancello mobile per una movimentazione rapida e senza stress delle pecore; l’utilizzo di una rete di tubazioni per fornire acqua ai box degli agnelli, una barriera mobile per impedire agli agnelli di accedere alla corsia di alimentazione, uso di identificazione elettronica e smartphone per registrare i dati aziendali, uso di una barra anti indietreggiamento posizionata all’altezza del garretto nella corsia di movimentazione.

Le soluzioni e le raccomandazioni pratiche sono disponibili e facilmente utilizzabili, tradotte nelle varie lingue nel sito SheepNet (www.sheepnet.network).

SheepNet terrà il suo Seminario finale in Francia a settembre: chi volesse partecipare può registrarsi online nel sito. SheepNet è aperto a tutte le nazioni UE, ai portatori di interesse e agli allevatori. Per ulteriori informazioni:

 

 

 

Ignacia Beltrán de Heredia, Roberto Ruiz, Neiker Tecnalia: Agrifood Campus of Arkaute, P.Box 46, E-01080 Vitoria-Gasteiz.
Antonello Carta e Sotero Salaris: AGRIS Sardegna.

Print Friendly, PDF & Email
Di |2019-07-23T12:44:44+02:0024 Luglio 2019|Categorie: News|Tags: , , , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento