“Blue tongue” in Sicilia: modifica dispositivo dirigenziale

//“Blue tongue” in Sicilia: modifica dispositivo dirigenziale

“Blue tongue” in Sicilia: modifica dispositivo dirigenziale

Nel mese di febbraio 2019, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise “G. Caporale” di Teramo, Laboratorio Nazionale di riferimento per la febbre catarrale degli ovini, ha confermato nella Provincia di Ragusa una sieroconversione per il sierotipo 3 del virus della Blue tongue (BTV3) a cui sono seguite approfondite indagini epidemiologiche volte a confermare o escludere l’eventuale circolazione virale.

Sebbene non sia stato possibile stabilire il periodo di infezione dell’animale risultato positivo, tuttavia i risultati di laboratorio e delle indagini epidemiologiche di cui alle premesse, hanno confermato che il BTV3 ha circolato nell’azienda nella quale è stato riscontrato il capo positivo.

Ciò ha indotto il Ministero della Salute a modificare l’Allegato A del dispositivo n. 6478 del 10 marzo 2017 indicando una nuova delimitazione delle zone sottoposte a restrizione e concordata con la regione Sicilia.

Fonte: Ufficio stampa FNOVI

Print Friendly, PDF & Email
Di |2019-03-01T11:02:28+02:002 Marzo 2019|Categorie: News|Tags: , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento