Canada, la CFIA lancia una consultazione per le indicazioni in etichetta degli alimenti “Product of Canada” e “Made in Canada”

//Canada, la CFIA lancia una consultazione per le indicazioni in etichetta degli alimenti “Product of Canada” e “Made in Canada”

Canada, la CFIA lancia una consultazione per le indicazioni in etichetta degli alimenti “Product of Canada” e “Made in Canada”

Comment on: Proposed changes to guidelines for “Product of Canada” and “Made in Canada” claims

L’Agenzia canadese per l’ispezione degli alimenti (Canadian Food Inspection Agency, CFIA) ha lanciato una consultazione pubblica per chiedere commenti sulle linee guida proposte per le indicazioni “Product of Canada” e “Made in Canada” sull’etichettatura dei prodotti alimentari. La consultazione è aperta dal 27 maggio 2019 e verrà chiusa il 23 giugno 2019.

I consumatori canadesi hanno detto al governo che vogliono essere in grado di identificare meglio gli alimenti canadesi. Quindi il governo del Canada sta rivedendo le linee guida per le indicazioni sull’etichettatura degli alimenti “Product of Canada” e “Made in Canada”.

Per aiutare l’industria alimentare canadese a promuovere meglio i prodotti canadesi all’interno del Canada, il governo ha riesaminato le linee guida e si è consultato con l’industria alimentare sulle modifiche proposte. L’obiettivo di tale consultazione è di rendere le linee guida più rispondenti alle realtà del mercato e aiutare l’industria alimentare a produrre e commercializzare prodotti canadesi.

La CFIA sta ora consultando i cittadini canadesi sulle modifiche proposte alle linee guida. L’obiettivo è valutare il supporto dei consumatori per le modifiche proposte al fine di migliorare le informazioni che i consumatori hanno bisogno per identificare i prodotti canadesi ed effettuare un acquisto consapevole. I destinatari della consultazione sono i consumatori ed il pubblico in generale, nonché i privati e le organizzazioni dell’industria alimentare canadese.

Perché il governo del Canada sta riesaminando le linee guida

I canadesi vogliono informazioni sul contenuto canadese del loro cibo in modo che possano prendere decisioni d’acquisto che si accordino con il loro interesse personale. Molti vogliono acquistare prodotti alimentari fabbricati e lavorati secondo gli standard canadesi, mentre alcuni vogliono assicurarsi che una parte significativa del prodotto contenga ingredienti canadesi.

Le attuali linee guida rendono difficile per i consumatori identificare i prodotti di origine canadese. E non si allineano con le linee guida utilizzate in alcune province e territori, come Quebec e Manitoba.

Inoltre, gli operatori del settore alimentare canadesi non sono in grado di utilizzare queste indicazioni sui loro prodotti alimentari se gli ingredienti di cui hanno bisogno non sono sempre disponibili o non possono essere coltivati in Canada. I prodotti (come frutta e verdura) non sono disponibili tutto l’anno in Canada e alcuni ingredienti (come lo zucchero di canna e alcune spezie) non possono essere coltivati in Canada. Ciò può influire sulle indicazioni in etichettatura per prodotti trasformati da società canadesi.

Un esempio

Secondo le attuali linee guida, un barattolo di sottaceti prodotto da cetrioli coltivati in Canada, messi in salamoia e confezionati in Canada, e per il quali si utilizza manodopera canadese, non può pretendere di essere un prodotto del Canada perché sta usando l’aceto che è stato importato.

Secondo l’attuale definizione di “Product of Canada”, tutti o quasi tutti gli ingredienti devono essere canadesi (generalmente considerati al 98%). Questo non è il caso del barattolo di sottaceti perché l’aceto assumerà spesso una quantità pari a x% degli ingredienti.

In questo scenario, un consumatore non può facilmente identificare i sottaceti come coltivati o prodotti in Canada.

CFIA vuole i punti di vista dei canadesi sulle nuove linee guida proposte per aiutarli a fare scelte più informate quando acquistano cibo.

 

IndicazioneLinee guida attaliModifica proposta
Product of Canada

L'indicazionee può essere utilizzata quando tutti o quasi tutti i principali ingredienti, lavorazione e manodopera usati per produrre l'alimento sono canadesi. Ciò significa che tutti gli ingredienti significativi sono di origine canadese e che il materiale non canadese è trascurabile.
"Tutto o quai tutto"è stato inteso come superiore al 98%.

Esempio: un barattolo di sottaceti prodotto con cetrioli coltivati in Canada, messi in salamoia e confezionati in Canada con manodopera canadese non può affermare di essere un prodotto del Canada perché sta usando l'aceto che è stato importato.
Abbassare la soglia per "tutto o quasi tutto" all'85%.

Esempio: un barattolo di sottaceti prodotto da cetrioli coltivati in Canada, messi in salamoia e confezionati in Canada con manodopera canadese potrebbe affermare di essere "Product of Canada" perché l'aceto importato è inferiore al 15% del prodotto totale.
Made in Canada

L'indicazione può essere impiegata su un prodotto alimentare quando l'ultima trasformazione sostanziale del prodotto si è verificata in Canada, anche se alcuni ingredienti provengono da altri paesi.
Quando viene utilizzata l'indicazione, essa deve anche includere una dichiarazione valida per indicare che il prodotto alimentare è costituito da ingredienti importati o da una combinazione di ingredienti importati e nazionali.

Esempio: succo d'arancia prodotto in Canada da arance importate recherebbe "Made in Canada da ingredienti importati".

Le dichiarazioni qualificanti che possono essere utilizzate includono " Made in Canada from domestic and imported ingredients " o " Made in Canada from imported ingredients ".
Esempio: succo d'arancia prodotto in Canada da arance importate indicherebbe "Made in Canada".

Inoltre, è possibile aggiungere una dichiarazione facoltativa per evidenziare l'origine di ingredienti specifici (ad esempio, "Made in Canada con grano canadese al 100%").
Altre indicazioni sul contenuto nazionalePossono essere utilizzate indicazioni qualificate per altri prodotti alimentari che non soddisfano le linee guida "Product of Canada" e "Made in Canada".

Esempio: "Tostato e miscelato in Canada" per descrivere il contributo canadese al caffè.
Non sono proposte modifiche.

 

Fonte: Candian Food Inspection Agency

Print Friendly, PDF & Email

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento