Carry-over di residui di farmaci veterinari in alimenti: FAO/OMS al lavoro per raccomandazioni sulla gestione del rischio

//Carry-over di residui di farmaci veterinari in alimenti: FAO/OMS al lavoro per raccomandazioni sulla gestione del rischio

Carry-over di residui di farmaci veterinari in alimenti: FAO/OMS al lavoro per raccomandazioni sulla gestione del rischio

Gestione del rischio di trasferimento di farmaci veterinari negli alimenti attraverso i mangimi

I mangimi medicati rappresentano una via importante per la somministrazione di medicinali veterinari agli animali, in particolare agli animali destinati alla produzione alimentare.

Può essere difficile somministrare un farmaco veterinario a un animale, specialmente nel caso di specie più piccole tipicamente allevate in gruppi numerosi come uno stormo di uccelli o un banco di pesci dove, considerando la numerosità degli animali, il trattamento dovrebbe avvenire contemporaneamente per tutti i capi. L’uso di mangimi medicati fornisce una soluzione semplice ed efficiente che garantisce l’erogazione affidabile del farmaco.

Daniela Battaglia, Livestock Production Officer della FAO, ha dichiarato: “L’uso di farmaci veterinari è spesso essenziale per curare le malattie e garantire la salute e il benessere degli animali, contribuendo alla salute pubblica e alla sostenibilità economica del settore zootecnico. A seconda delle circostanze, l’uso di mangimi medicati potrebbe essere la migliore via di somministrazione“.

In un impianto di produzione di mangimi, è possibile che quella che viene definita una presenza “involontaria ed inevitabile” di bassi livelli di determinati farmaci veterinari possa essere trovata nell’alimento zootecnico dopo che una partita di mangime medicato è stata prodotta utilizzando la stessa struttura.

Il comitato del Codex sui residui di farmaci veterinari negli alimenti (CCRVDF) ha richiesto alla FAO e all’OMS di fornire pareri scientifici e determinare se tale presenza a basso livello di residui successivamente rilevati nei prodotti alimentari costituisca una minaccia per la salute umana ed abbia un impatto negativo sul commercio.

Gli esperti vengono selezionati per garantire l’eccellenza, l’indipendenza e la trasparenza

Gli esperti che rispondono alla richiesta della FAO e dell’OMS di partecipare a questo lavoro sono accuratamente selezionati per garantire eccellenza, indipendenza e trasparenza. “Cerchiamo quasi sempre persone con esperienza nella valutazione del rischio, non solo una conoscenza dettagliata di un particolare argomento“, ha dichiarato Markus Lipp, Senior Food Safety Officer e Segretario della riunione degli esperti.

Per diversi giorni gli esperti hanno discusso del carry-over e il loro report conterrà una serie di risultati e raccomandazioni per il CCRVDF che aiuteranno i paesi a mitigare e gestire il rischio di residui di farmaci veterinari nei mangimi che si verificano nei prodotti alimentari.

Patricia Dowling, professore al Western College of Veterinary Medicine di Saskatoon, Canada, e uno dei partecipanti all’incontro ha commentato: “È stato molto gratificante vedere come un gruppo di esperti internazionali in materia di alimenti per animali e sicurezza alimentare può collaborare per affrontare le preoccupazioni FAO/OMS con raccomandazioni specifiche“.

Come il Codex utilizzerà questo lavoro

Gracia Brisco, Food Standards Officer al Segretariato del Codex, ha dichiarato: “Il lavoro di questa riunione di esperti fornirà preziosi contributi a CCRVDF per quanto riguarda i rischi per la salute umana derivanti da residui involontari e inevitabili dovuti al trasferimento di medicinali veterinari dai mangimi agli alimenti e consentirà al Comitato di prendere in considerazione le raccomandazioni sulla gestione dei rischi per affrontare tali rischi e possibili problemi commerciali“.

 

Fonte: FAO

Print Friendly, PDF & Email

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento