Caso isolato di BSE in Scozia, le autorità di controllo scozzesi confermano che non ci sono rischi per la salute umana

//Caso isolato di BSE in Scozia, le autorità di controllo scozzesi confermano che non ci sono rischi per la salute umana

Caso isolato di BSE in Scozia, le autorità di controllo scozzesi confermano che non ci sono rischi per la salute umana

Sindrome confermata nell’Aberdeenshire

Un caso di encefalopatia spongiforme bovina (BSE) è stato confermato in un allevamento nell’Aberdeenshire.

In linea con il piano di risposta alla prevenzione della malattia, sono state introdotte precauzionali restrizioni di movimento nell’allevamento, mentre sono in atto ulteriori indagini per identificare l’origine della malattia.

Questa è una procedura standard per un caso confermato di BSE classica, che non rappresenta una minaccia per la salute umana.

Il segretario per l’economia rurale, Fergus Ewing, ha dichiarato:

“In seguito alla conferma di un caso di BSE classica nell’Aberdeenshire, ho attivato il piano di risposta del Governo Scozzese per proteggere la nostra preziosa industria agricola, compresa l’istituzione di un divieto di movimento precauzionale che è stato predisposto per l’azienda.

“Mentre è importante sottolineare che questa è una procedura standard finché non abbiamo una chiara comprensione dell’origine delle malattie, questa è un’ulteriore prova che il nostro sistema di sorveglianza per rilevare questo tipo di malattia sta funzionando. Essere certi che il Governo Scozzese e i suoi partner sono pronti a rispondere a ulteriori casi confermati della malattia in Scozia”.

Il Veterinario Capo Sheila Voas ha dichiarato:

“Anche se è troppo presto per capire da dove viene la malattia, il suo rilevamento è la prova che il nostro sistema di sorveglianza sta facendo il suo lavoro. Lavoriamo a stretto contatto con l’Agenzia per la Salute degli Animali e delle Piante per rispondere a questa domanda e, nel frattempo, inviterò qualsiasi allevatore che abbia preoccupazioni a cercare immediatamente un parere veterinario.

Ian McWatt, Direttore per le Operazioni negli Standard Alimentari in Scozia, ha dichiarato:

“Sono in atto severi controlli per proteggere i consumatori dal rischio di BSE, compresi i controlli sui mangimi e la rimozione delle parti di bestiame che hanno maggiori probabilità di trasmettere infettività da BSE.

“I consumatori possono essere rassicurati sul fatto che queste importanti misure di protezione restano in vigore e che i Veterinari Ufficiali e gli Ispettori per l’Igiene della Carne che lavorano in tutti i macelli della Scozia continueranno a garantire che, per quanto riguarda i controlli sulla BSE, la sicurezza dei consumatori rimanga una priorità. Continueremo a lavorare a stretto contatto con il Governo Scozzese, le altre agenzie e l’industria in questo momento “.

Background

L’Animal Health Agency (APHA) sta studiando la fonte dell’epidemia.

Il caso è stato identificato come risultato delle rigide misure di controllo che abbiamo in vigore. Non è entrato nella catena alimentare umana e gli standard alimentari scozzesi hanno confermato che non vi sono rischi per la salute umana a causa di questo caso isolato.

Tutti gli animali di età superiore a quattro anni che muoiono in azienda vengono regolarmente testati per la BSE sotto il nostro sistema di sorveglianza completo. Sebbene la malattia non sia trasmessa direttamente da animale ad animale, le sue coorti, inclusa la progenie, sono state rintracciate e isolate e andranno distrutte in linea con i requisiti dell’UE.

Oltre alle misure in vigore per i capi morti e i mangimi per animali, esiste un rigoroso regime di controllo per proteggere i consumatori. Ciò include la rimozione del materiale specifico a rischio come la colonna vertebrale, il cervello e il cranio dalle carcasse.

 

Fonte: Scottish Government

Print Friendly, PDF & Email
Di |2018-10-22T10:44:47+02:0022 Ottobre 2018|Categorie: News|Tags: , , , , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento