Nutrizione funzionale

/Nutrizione funzionale

Gli acidi grassi essenziali e la fertilità – Parte I

Tra i vari nutrienti considerati nell’alimentazione della vacca da latte troviamo i grassi o lipidi, la cui conoscenza è estremamente importante. Si ritiene che l'aumento dell’apporto di grassi nella dieta delle bovine da latte non [...]

Metionina protetta: un valido strumento per migliorare la qualità del latte di bufala

Le specie bufaline attualmente allevate possono essere di due tipi: swamp buffalo o river buffalo. I primi sono diffusi soprattutto in Asia, mentre in Italia e in molti altri Paesi dell’area mediterranea vengono allevati animali [...]

La bufala e la vacca sono molto diverse – Parte II

Nella prima parte di questo articolo abbiamo sottolineato le differenze nel comportamento alimentare e nella conformazione anatomica della bocca e del tratto gastro intestinale della bovina e della bufala. Allo stato attuale l’approccio alla dieta [...]

Come migliorare la qualità del colostro – Parte II

Abbiamo visto nella prima parte di questo articolo quale è la funzione e quali sono le caratteristiche di un buon colostro. Ora entriamo più nel dettaglio in merito ai fattori che possono condizionarne la qualità. [...]

Come migliorare la qualità del colostro – Parte I

Al contrario di quanto accade in altri animali (uomo compreso), la placenta dei ruminanti (sindesmocoriale) impedisce, durante la gravidanza, il trasferimento delle immunoglobuline materne che serviranno al vitello (immunità passiva), una volta nato, per difendersi [...]

Lo stress ossidativo: la più insidiosa delle malattie metaboliche

Si dice che la bovina da latte sia un “atleta metabolico” ma per meglio comprendere la natura di certi processi fisiologici e patologici è bene aggiungere “di discipline aerobiche”. Queste definizioni “metaforiche” servono a ricordarci [...]

Una corretta nutrizione funzionale aiuta a prevenire i danni economici della transizione

Il passaggio dall’asciutta, fase in cui impropriamente vengono classificate anche le manze nelle ultime settimane di gravidanza, al puerperio, ossia i primi 20 giorni dopo il parto, sono per le bovine da latte momenti molto [...]

La bovina da latte non ha un fabbisogno proteico ma amminoacidico

Negli allevamenti di bovine da latte, la scarsa fertilità e l’eccessiva insorgenza di patologie podali e di mastiti sono generalmente attribuite ad un non meglio specificato eccesso di proteina nell’alimento. Tale convinzione si è radicata [...]

Ma si devono dare le vitamine del gruppo B ai ruminanti?

Uno dei capitoli più controversi della nutrizione dei ruminanti, ed in particolare di quella della bovina da latte, è quello relativo alle vitamine idrosolubili, ovvero la vitamina C e, soprattutto, le vitamine del gruppo B. [...]