Come importare le analisi degli alimenti nei principali software applicativi del CNCPS

//Come importare le analisi degli alimenti nei principali software applicativi del CNCPS

Come importare le analisi degli alimenti nei principali software applicativi del CNCPS

Per fare “nutrizione di precisione” è indispensabile utilizzare analisi di alimenti che siano più vicini possibili a quelli consumati realmente dalle bovine da latte. I principali software che utilizzano il CNCPS hanno procedure d’importazione ovviamente specifiche per caricare sia le analisi dell’alimento di un determinato allevamento che quelle medie che rappresentano un importante riferimento, come nel caso del “Libro delle Analisi” del Laboratorio Analisi Zootecniche dei f.lli Mancinelli.

Abbiamo chiesto a Elena Bonfante di AMTS e Ermanno Melli di NDS quali sono le più corrette procedure.

AMTS

I programmi di razionamento sono uno strumento fondamentale nelle mani del consulente nutrizionista.

In un’ottica di alimentazione di precisione, che ottimizzi al massimo i costi alimentari e riduca al minimo gli sprechi di nutrienti, senza penalizzare le performance produttive, si rendono necessari dei software di razionamento dinamico. Tali modelli sono in grado di ricostruire quella che è la biologia dei ruminanti, e stimare la produzione di latte o carne potenziale. Uno dei software da qualche anno disponibile anche in Italia, AMTS (Agricultural Modeling and Training Systems), utilizza le equazioni del modello dinamico CNCPS (Cornell Net Carbohydrate and Protein System) sviluppate dalla Cornell University (Ithaca, New York, USA).

Nei programmi di razionamento come AMTS, per ottenere una previsione delle performance produttive il più vicino possibile al reale, oltre ad inserire i dati relativi alle caratteristiche medie del gruppo di animali alimentati e dell’ambiente in cui gli animali vivono, è indispensabile caratterizzare gli alimenti che gli vengono somministrati.

AMTS mette a disposizione diverse librerie di alimenti, dettagliatamente caratterizzati nella loro composizione nutrizionale. La libreria principale (AMTS Feed) è stata creata su analisi ottenute da alimenti prodotti negli Stati Uniti. Sebbene possano essere utili per costruire una razione e farne una valutazione iniziale, i valori nutrizionali, in particolare dei foraggi, possono essere molto diversi da quelli presenti nelle nostre aziende. Nel 2018 è stata creata una libreria basata su analisi di alimenti di provenienza europea (AMTS EU Feedbank) in particolare dalla Germania. Inoltre, è presente una libreria Italiana (Feedbank Italia) nella quale sono stati selezionati alimenti delle due precedenti librerie che più si avvicinano alle caratteristiche dei foraggi e concentrati italiani. La libreria Italiana verrà ulteriormente perfezionata nell’arco del 2019, grazie alla collaborazione del Laboratorio di Analisi Mancinelli (www.lazoovet.it, Gonzaga, MN) che metterà a disposizione il suo database dove sono inclusi i dati di migliaia di campioni di foraggi raccolti ed analizzati negli anni di attività. Questo permetterà di avere a disposizione una libreria di alimenti con valori nutrizionali ancora più vicini a quelli con cui ci troviamo a lavorare nelle nostre aziende.

Sarà ancora necessario analizzare gli alimenti in azienda? Assolutamente si!

Bisogna ricordare che i valori presenti nelle librerie di alimenti rappresentano una media, con un’ampia variabilità. Tale variabilità è legata all’ibrido utilizzato, alle condizioni ambientali, al tempo di raccolta, al metodo di irrigazione, ecc… Perciò, la scelta migliore rimane quella di inviare periodicamente dei campioni in laboratorio per capire l’effettiva composizione degli alimenti utilizzati dall’azienda con cui si lavora.

Le analisi di base sugli alimenti (Sostanza Secca, Proteine Grezze, NDF, ADF, ADL, grassi, amido, zuccheri, ceneri) devono essere completate con altri parametri a seconda del tipo di alimento che deve essere analizzato, in particolare:

Alimenti con elevato contenuto di azoto non proteico e ammoniaca:

– ammoniaca.

Alimenti con più del 25%SS di amido:

– digeribilità dell’amido in vitro a 7 ore.

Alimenti che contengono un elevato livello di aNDFom (>20%SS)

– digeribilità in vitro dell’aNDFom a diversi tempi

  • foraggi: 30, 120, 240 ore;
  • non foraggi: 12, 72, 120 ore;

Alimenti fermentati:

– acidi grassi volatili (AGV)

  • Ac. Acetico
  • Ac. Propionico
  • Ac. Butirrico
  • Ac. Lattico

Qualora si cominci con un livello di razionamento superiore e ancora più preciso si renderanno necessari la caratterizzazione degli acidi grassi e quella degli aminoacidi.

Una volta ottenuti questi dati è fondamentale inserirli all’interno del programma di razionamento. Non è necessario l’inserimento manuale. AMTS mette infatti a disposizione una funzione (“Importa Analisi Alimento”) che permette di importare i dati ottenuti dal laboratorio, in pochi click.

Per farlo è fondamentale richiedere al laboratorio l’invio dei risultati in formato “.xml”. Questo tipo di file viene infatti riconosciuto e importato dal programma. Basterà scegliere dalla libreria un alimento simile a quello analizzato, selezionare un’opzione di salvataggio (Trasferisci Valori, Rinomina Alimento e Trasferisci Valori, oppure Copia Alimento e Trasferisci Valori) e confermare. Il programma creerà una copia dell’alimento della libreria originale, con i valori del laboratorio per i nutrienti che sono stati analizzati. In questo modo potremo avvalerci dei valori predefiniti per i parametri non analizzati (come ad esempio gli amino acidi) e dei valori reali dell’alimento in uso derivati dall’analisi.

Effettuare delle analisi periodiche e complete sugli alimenti presenti nelle aziende per cui si formula una razione non deve più essere un’opzione, ma una prassi.

Questo permetterà di aiutare il cliente ad ottimizzare le performance aziendali, sfruttando al massimo la strategia dell’alimentazione di precisione, riducendo al minimo gli sprechi e ottimizzando l’IOFC (Income Over Feed Cost,) dell’azienda.

Dr.ssa Elena Bonfante, Dairy Innovations Italia, Distributore Italia di AMTS.

Per maggiori informazioni contattare: elenabonfante@outlook.it

NDS

La Rumen che sviluppa NDS ci ha fornito un tutorial.

Per maggiori informazioni contattare: info@rumen.it

Print Friendly, PDF & Email

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento