Commissione europea: registrate quattro nuove iniziative dei cittadini europei tra cui pro-Nutriscore e cambiamenti climatici

//Commissione europea: registrate quattro nuove iniziative dei cittadini europei tra cui pro-Nutriscore e cambiamenti climatici

Commissione europea: registrate quattro nuove iniziative dei cittadini europei tra cui pro-Nutriscore e cambiamenti climatici

La Commissione registra quattro nuove iniziative e conclude l’inammissibilità giuridica di un’ulteriore iniziativa

Lo scorso 30 aprile la Commissione europea ha deciso di registrare 4 nuove iniziative dei cittadini europei: “Una soluzione rapida, equa ed efficace ai cambiamenti climatici”, “Abolizione dell’esenzione dall’imposta sul carburante per trasporti aerei in Europa”, “Politica di coesione per l’uguaglianza delle regioni e la preservazione delle culture regionali” e “PRO-NUTRISCORE”. Contemporaneamente, la Commissione ha deciso di non poter registrare l’iniziativa dei cittadini europei “Porre fine agli scambi commerciali con gli insediamenti israeliani nei territori palestinesi occupati” in quanto giuridicamente inammissibile, perché esula manifestamente dalla competenza della Commissione ad agire in conformità dei trattati dell’UE.

In questa fase della procedura, la Commissione non ha analizzato il merito delle iniziative ma solo la loro ammissibilità giuridica. Se una o più iniziative tra le quattro registrate riceveranno un milione di dichiarazioni di sostegno in almeno sette Stati membri nell’arco di un anno, la Commissione le esaminerà e reagirà entro tre mesi, decidendo di dare o di non dare seguito alla richiesta e, in entrambi i casi, dovrà giustificare la sua decisione.

“Una soluzione rapida, equa ed efficace ai cambiamenti climatici”

L’obiettivo di questa iniziativa dei cittadini europei è introdurre un prezzo sempre maggiore dei combustibili fossili, che ridurrebbe l’inquinamento e i cui proventi potrebbero essere distribuiti equamente ogni mese tra i cittadini. Secondo gli organizzatori, scienziati ed economisti concordano: imporre prezzi sempre più elevati sull’inquinamento e distribuire i proventi ottenuti alle famiglie è una soluzione che funziona.

A norma dei trattati UE, la Commissione europea può intraprendere sia azioni legali finalizzate alla salvaguardia, alla tutela e al miglioramento della qualità dell’ambiente, sia azioni nel settore dell’armonizzazione delle imposte indirette e della politica commerciale. La Commissione ritiene pertanto giuridicamente ammissibile l’iniziativa e ha deciso di registrarla. La registrazione dell’iniziativa avrà luogo il 6 maggio 2019, data dalla quale decorrerà il periodo di un anno per la raccolta delle firme a sostegno dell’iniziativa da parte degli organizzatori.

DECISIONE (UE) 2019/719 DELLA COMMISSIONE del 30 aprile 2019 sulla proposta di iniziativa dei cittadini dal titolo «Una soluzione rapida, equa ed efficace ai cambiamenti climatici» [notificata con il numero C(2019) 3246]

“PRO-NUTRISCORE”

L’iniziativa dei cittadini europei chiede alla Commissione europea di imporre l’obbligo di un’etichettatura semplificata ‘NUTRISCORE’ sui prodotti alimentari al fine di tutelare la salute dei consumatori e di garantire che vengano loro fornite informazioni nutrizionali di qualità. Gli obiettivi dell’iniziativa sono: rendere l’etichettatura nutrizionale più facile da leggere e da capire[…]; intervenire su questioni di sanità pubblica incoraggiando i professionisti a migliorare la composizione dei loro prodotti; armonizzare le informazioni nutrizionali a livello europeo imponendo un unico sistema ufficiale di etichettatura[…].

A norma dei trattati UE, la Commissione europea può intraprendere azioni legali che abbiano come obiettivo l’instaurazione e il funzionamento del mercato interno. La Commissione ritiene pertanto giuridicamente ammissibile l’iniziativa e ha deciso di registrarla. La registrazione dell’iniziativa avrà luogo l’8 maggio 2019, data dalla quale decorrerà il periodo di un anno per la raccolta delle firme a sostegno dell’iniziativa da parte degli organizzatori.

DECISIONE (UE) 2019/718 DELLA COMMISSIONE del 30 aprile 2019 relativa alla proposta d’iniziativa dei cittadini dal titolo «PRO-NUTRISCORE» [notificata con il numero C(2019) 3232]

Contesto

Prevista dal trattato di Lisbona come strumento per consentire ai cittadini di influire sul programma di lavoro della Commissione, l’iniziativa dei cittadini europei è stata istituita nell’aprile del 2012 con l’entrata in vigore del regolamento riguardante l’iniziativa dei cittadini che attua le disposizioni del trattato. Nel 2017, nell’ambito del discorso del presidente Juncker sullo stato dell’Unione, la Commissione europea ha presentato proposte di riforma per l’iniziativa dei cittadini europei per semplificarne ulteriormente l’uso. Nel dicembre 2018 il Parlamento europeo e il Consiglio sono giunti a un accordo sulla riforma: le nuove norme entreranno in vigore a partire dal 1º gennaio 2020. Nel frattempo, il processo è stato semplificato e una piattaforma collaborativa offre sostegno agli organizzatori. Tutto ciò ha contribuito a un aumento del 14 % per le iniziative dei cittadini registrate (33 iniziative registrate durante il mandato dell’attuale Commissione rispetto alle 29 della precedente) e a una riduzione dell’80 % del numero di rifiuti (solo 4 iniziative dei cittadini non sono state registrate, rispetto alle 20 della precedente Commissione).

Una volta registrata ufficialmente, un’iniziativa dei cittadini europei consente a un milione di cittadini provenienti da almeno un quarto degli Stati membri dell’UE di invitare la Commissione europea a proporre atti giuridici nei settori di sua competenza.

Per essere ammissibile, l’azione proposta non deve esulare manifestamente dalla competenza della Commissione di presentare una proposta legislativa e non deve essere manifestamente ingiuriosa, futile o vessatoria né manifestamente contraria ai valori dell’Unione.

Per ulteriori informazioni

Testo integrale delle proposte di iniziativa dei cittadini europei:

  • Una soluzione rapida, equa ed efficace ai cambiamenti climatici (disponibile dal 6 maggio 2019) http://www.citizensclimateinitiative.eu
  • Abolizione dell’esenzione dall’imposta sul carburante per trasporti aerei in Europa (disponibile dal 10 maggio 2019)
  • PRO-NUTRISCORE (disponibile dall’8 maggio 2019)
  • Politica di coesione per l’uguaglianza delle regioni e la sostenibilità delle culture regionali (disponibile dal 7 maggio 2019) www.nationalregions.eu
  • Porre fine agli scambi commerciali con gli insediamenti israeliani nei territori palestinesi occupati

Iniziative dei cittadini europei (ICE) per le quali è in corso la raccolta di firme

Sito web dell’ICE

Regolamento ICE

 

Fonte: Commissione europea

Print Friendly, PDF & Email
Di |2019-05-10T11:09:20+02:0010 Maggio 2019|Categorie: News|Tags: , , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento