Effetto dose-risposta del 3-nitrossipropanolo sulle emissioni enteriche di metano nelle vacche da latte.

Abstract

Questo esperimento è stato progettato per testare l’effetto del tasso di aggiunta del 3-nitrossipropanolo (3-NOP), un inibitore del metano, sulle emissioni di metano enterico nelle vacche da latte.

Lo studio è stato condotto su 49 vacche multipare di razza frisona, utilizzando uno schema sperimentale a blocchi randomizzati completi in 2 fasi; la fase uno coinvolgeva 28 vacche e la fase due 21 vacche. Le vacche sono state alimentate ad libitum con una TMR e sono state suddivise in gruppi in base ai giorni di lattazione, alla produzione di latte e alle emissioni di metano enterico per un periodo di 14 giorni. I trattamenti prevedevano un controllo (no 3-NOP) e 40, 60, 80, 100, 150 e 200 mg di 3-NOP/kg di sostanza secca di alimento. Dopo un periodo di adattamento di 14 giorni, sono state misurate le emissioni dei gas enterici (metano, anidride carbonica e idrogeno) utilizzando il sistema GreenFeed (C Lock Inc., Rapid City, SD) per un periodo di 3 giorni.

Rispetto al controllo, l’aggiunta del 3-NOP ha portato una diminuzione quadratica (dal 22 al 40% in meno) delle emissioni giornaliere di metano enterico. Il massimo effetto di mitigazione è stato raggiunto con le 3 dosi di 3-NOP più alte (senza alcuna differenza statistica tra 100, 150 e 200 mg/kg). La diminuzione della produzione e dell’intensità delle emissioni di metano variava dal 16 al 36% e dal 25 al 45%, rispettivamente. Le emissioni di idrogeno sono aumentate dalle 6 alle 10 volte, rispetto al controllo; l’aumento massimo si è avuto con 150 mg 3-NOP/kg. Il trattamento non ha influito sulle emissioni giornaliere di anidride carbonica, anche se si è osservato un incremento lineare della produzione di tali emissioni con dosi crescenti di 3-NOP.

La somministrazione di 3-NOP non ha influito sull’ingestione di sostanza secca e sulla produzione di latte delle vacche. La concentrazione del grasso nel latte e la resa sono aumentate dopo l’impiego del 3-NOP vista la maggiore concentrazione nel latte di acidi grassi a catena corta sintetizzati ex novo. L’aggiunta di 3-NOP tendeva anche a far aumentare l’azoto ureico del latte, ma non aveva altri effetti sulle componenti del latte. In questo esperimento a breve termine, il 3-NOP ha fatto diminuire le emissioni di metano enterico senza influire sull’ingestione di sostanza secca o sulla produzione di latte ed ha favorito l’aumento del grasso nel latte delle bovine. Il massimo effetto di mitigazione è stato raggiunto con 100-200 mg di 3-NOP/kg di sostanza secca di alimento.

 

Dose-response effect of 3-nitrooxypropanol on enteric methane emissions in dairy cows

 A. Melgar,1 K. C. Welter,1,2 K. Nedelkov,1,3 C. M. M. R. Martins,1,4 M. T. Harper,1 J. Oh,1 S. E. Räisänen,1 X. Chen,1,5 S. F. Cueva,1,6 S. Duval,7 e A. N. Hristov1*

1 Department of Animal Science, The Pennsylvania State University, University Park 16802

2 Department of Animal Science, School of Food Engineering and Animal Science, University of São Paulo, Pirassununga 13635-900, São Paulo, Brasile

3 Department of Animal Husbandry, Faculty of Veterinary Medicine, Trakia University, Stara Zagora 6000, Bulgaria

4 Department of Animal Nutrition and Production, School of Veterinary Medicine and Animal Science, University of São Paulo, Pirassununga 13635-900, São Paulo, Brasile

5 School of Computing, University of Ulster, Newtonabbey, Co. Antrim, BT37 0QB, Regno Unito

6 Panamerican Agricultural University, Zamorano, Francisco Morazan, Km 30, Tegucigalpa 11101, Honduras

7 Research Centre for Animal Nutrition and Health, DSM Nutritional Products, Saint Louis Cedex 68305, Francia

*Autore corrispondente: anh13@psu.edu

J. Dairy Sci. 103:6145–6156

doi.org/10.3168/jds.2019-17840

© American Dairy Science Association®, 2020.

Print Friendly, PDF & Email