Germania vs Elsevier: le università ottengono l’accesso temporaneo alle riviste dopo aver rifiutato di pagare gli abbonamenti

/, Senza categoria/Germania vs Elsevier: le università ottengono l’accesso temporaneo alle riviste dopo aver rifiutato di pagare gli abbonamenti

Germania vs Elsevier: le università ottengono l’accesso temporaneo alle riviste dopo aver rifiutato di pagare gli abbonamenti

Gli scienziati in Germania possono ancora leggere le riviste anche se le istituzioni non hanno rinnovato i loro abbonamenti

Il colosso editoriale olandese Elsevier ha concesso un accesso ininterrotto alle sue riviste a pagamento per i ricercatori di circa 200 università e istituti di ricerca tedeschi che si erano rifiutati di rinnovare i loro abbonamenti individuali alla fine del 2017.

Le istituzioni hanno formato un consorzio per negoziare una licenza nazionale con l’editore. Hanno cercato di ottenere un accordo collettivo che avrebbe dato alla maggior parte degli scienziati in Germania pieno accesso online a circa 2.500 riviste a circa la metà del prezzo che le singole biblioteche avevano pagato in passato. Ma i colloqui si sono interrotti e, verso la fine del 2017, non era stato stabilito alcun accordo. Elsevier ora dice che permetterà agli scienziati del paese di accedere alle sue riviste a pagamento senza contratto fino a quando non verrà stipulato un accordo nazionale.

Le due parti hanno avuto “conversazioni costruttive fino a dicembre”, afferma Harald Boersma, portavoce di Elsevier. “Continueremo le nostre conversazioni nel primo trimestre del 2018 per trovare una soluzione di accesso per i ricercatori tedeschi nel 2018 e un accordo nazionale a lungo termine”, afferma. “Quando gli accordi di accesso si sono conclusi, abbiamo informato queste istituzioni che avremmo mantenuto l’accesso ai nostri contenuti mentre continuando a lavorare con la Conferenza dei rettori tedeschi [che guida i negoziati per il consorzio] su una soluzione, e in particolare un’estensione di un anno ai contratti esistenti, che copra il 2018. “

Günter Ziegler, un matematico della Libera Università di Berlino e membro del gruppo negoziale del consorzio, afferma che i ricercatori tedeschi hanno avuto il sopravvento nei negoziati. “La maggior parte dei documenti sono ora liberamente disponibili da qualche parte su Internet, oppure potresti scegliere di lavorare con le versioni di preprint”, dice. “Chiaramente la nostra posizione negoziale è forte. Non è chiaro se vogliamo o abbiamo bisogno di un’estensione a pagamento dei vecchi contratti “.

Esperti di editoria accademica di tutto il mondo stanno osservando intensamente la situazione in Germania. L’accordo nazionale richiesto dagli scienziati include un’opzione di accesso aperto in base alla quale tutti gli autori corrispondenti affiliati alle istituzioni tedesche sarebbero autorizzati a rendere i propri documenti liberi di essere letti e condivisi da chiunque nel mondo. Questa sarebbe una pietra miliare per gli sforzi globali per rendere i risultati della ricerca finanziata pubblicamente immediatamente e liberamente a disposizione degli scienziati e del pubblico in generale in tutti i paesi, dicono.

Fonte: Nature
Print Friendly, PDF & Email
Di |2018-01-15T09:36:56+02:0015 Gennaio 2018|Categorie: News, Senza categoria|Tags: , , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento