Impatto dei prodotti lattiero-caseari sullo sviluppo del diabete di tipo 2: a che punto è la ricerca scientifica nel 2019?

//Impatto dei prodotti lattiero-caseari sullo sviluppo del diabete di tipo 2: a che punto è la ricerca scientifica nel 2019?

Impatto dei prodotti lattiero-caseari sullo sviluppo del diabete di tipo 2: a che punto è la ricerca scientifica nel 2019?

ABSTRACT

La prevalenza del diabete di tipo 2 (T2D) è aumentata rapidamente. L’adozione di una dieta salutare è suggerita essere uno dei comportamenti efficaci per prevenire o ritardare l’insorgenza di T2D. Il consumo di latticini è stato raccomandato come parte di una dieta sana, ma permane l’incertezza, sia per la comunità scientifica che per il pubblico, sull’effetto dei diversi prodotti lattiero-caseari sul rischio di sviluppare T2D.

In un recente seminario, le prove disponibili sui prodotti lattiero-caseari e sul rischio T2D sono state presentate e discusse da un gruppo di esperti. Le conclusioni principali del workshop, presentate in questo position paper, sono le seguenti:

1) Le prove disponibili grazie ad ampi studi prospettici di coorte e limitati studi randomizzati controllati (RCT) suggeriscono che il consumo totale di latticini abbia un effetto neutro o moderatamente benefico sul rischio di T2D.

2) Sono in aumento le evidenze, provenienti da studi di coorte prospettici, che indicano che lo yogurt è maggiormente associato ad un rischio T2D più basso, ma le prove da RCT sono scarse.

3) Gli acidi grassi derivati ​​dai prodotti lattiero-caseari (SFA a catena media, a catena dispari e a catena molto lunga e acido trans-palmitoleico) sono associati ad un rischio di T2D più basso e ad una migliore salute metabolica, ma sono necessarie ulteriori ricerche che esplorino le relazioni di causa ed effetto per escludere la possibilità che gli acidi grassi dei prodotti lattiero-caseari servano semplicemente come indicatori del consumo complessivo di latticini.

4) La matrice alimentare può essere un determinante più forte degli effetti sulla salute rispetto al contenuto di SFA.

Questa review identifica in modo più approfondito le lacune presenti nella ricerca e nelle conoscenze esistenti e mette in evidenza le domande chiave che devono essere affrontate per comprendere meglio l’impatto del consumo di latticini sul rischio di sviluppare T2D.

 

The Impact of Dairy Products in the Development of Type 2 Diabetes: Where Does the Evidence Stand in 2019?

Jing Guo, D Ian Givens, Arne Astrup, Stephan J L Bakker, Gijs H Goossens, Mario Kratz, André Marette, Hanno Pijl, Sabita S Soedamah‐Muthu

Advances in Nutrition, nmz050, doi.org/10.1093/advances/nmz050

Print Friendly, PDF & Email
Di |2019-05-29T10:57:42+02:0029 Maggio 2019|Categorie: Etica & Salute|Tags: , , , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento