Eurostat: produzione e commercio di antibiotici nell’UE

L’Unione europea nel 2018 ha prodotto antibiotici per un valore di 2,97 miliardi di euro. L’Italia è stata il principale produttore UE, essendo responsabile di oltre un terzo di tutti gli antibiotici prodotti nell’Unione nel 2018, con un valore superiore al miliardo di euro (34% del totale UE).

Production and trade in antibiotics, 2018In termini di scambi commerciali, gli Stati membri dell’UE hanno importato antibiotici per un valore di 5,03 miliardi di euro nel 2018, di cui oltre la metà (57%, ovvero 2,8 miliardi di euro) provenienti da paesi terzi. Rispetto al 2008, il valore delle importazioni di antibiotici negli Stati membri dell’UE è aumentato del 34%.

Oltre 3 miliardi di euro di antibiotici sono stati esportati dagli Stati membri dell’UE, quasi due terzi dei quali (60%, ovvero 1,8 miliardi di euro) sono stati destinati ad altri Stati membri dell’UE. Rispetto al 2008, ciò rappresenta una riduzione del 13% del valore delle esportazioni totali degli Stati membri dell’UE.

E’ la Germania il più grande importatore di antibiotici

Nel 2018, la Germania ha importato antibiotici per un valore di 710 milioni di euro da paesi terzi. Queste importazioni rappresentano un quarto (25%) del totale delle importazioni da paesi terzi di antibiotici in valore, il che rende la Germania il maggiore importatore di antibiotici nell’UE da paesi extra-UE. Seguono i Paesi Bassi (590 milioni di €, 21%), l’Italia (530 milioni di €, 19%), il Belgio (320 milioni di €, 11%), il Regno Unito (190 milioni di €, 7%), la Spagna ( € 180 milioni, 6%) e la Francia (€ 130 milioni, 5%).

Import of anitbiotics, 2018

La Svizzera è il principale fornitore degli antibiotici importati

Le importazioni di antibiotici da paesi extra UE provengono principalmente dalla Svizzera (1,12 miliardi di euro, pari al 39% del totale degli antibiotici da paesi extra UE), dalla Cina (660 milioni di euro, 23%) e dagli Stati Uniti (600 milioni di euro, 21%), seguiti da Giappone (120 milioni, 4%), Singapore (90 milioni, 3%), India e Corea del Sud (entrambi 80 milioni di euro, quasi il 3%).

L’Italia si afferma come il maggior esportatore di antibiotici

Nel 2018 l’Italia ha esportato antibiotici per un valore di 440 milioni di euro verso Stati non membri dell’UE, accaparrandosi oltre un terzo (36%) delle esportazioni extra-UE di antibiotici in valore. Ciò rende l’Italia il più grande esportatore extra-europeo di antibiotici, seguito da Irlanda (190 milioni di euro, 16%), Spagna (100 milioni di euro, 8%), Belgio (80 milioni di euro, 6%) e Danimarca (70 € milioni, quasi il 6%).

Fonte: Eurostat

Print Friendly, PDF & Email