Kick-off meeting della Commissione EAT-Lancet: campagna per una dieta sana e sostenibile o battaglia contro la carne?

//Kick-off meeting della Commissione EAT-Lancet: campagna per una dieta sana e sostenibile o battaglia contro la carne?

Kick-off meeting della Commissione EAT-Lancet: campagna per una dieta sana e sostenibile o battaglia contro la carne?

EAT è un’associazione non-profit promossa dalla Stordalen Foundation che ha l’obiettivo di trasformare il sistema alimentare globale attraverso una scienza solida ed affidabile. Il 17 gennaio prossimo é previsto un meeting preliminare, che si terrà a Stoccolma, della Commissione EAT-Lancet, composta da ricercatori di fama internazionale provenienti da diversi ambiti di ricerca. L’obiettivo della commissione è quello far progredire lo sviluppo di obiettivi scientifici per una dieta sana a base di alimenti provenienti da una produzione alimentare sostenibile dal punto di vista ambientale. Come si legge sulla pagina web dedicata, il meeting si prefigge di riunire gli esperti del mondo scientifico affinché possano indagare la letteratura per dare risposte a queste 5 domande:

  • Che cos’è una dieta sana?
  • Cos’è un sistema alimentare sostenibile?
  • Quali sono le tendenze che influenzano le diete oggi?
  • Possiamo ottenere diete sane da sistemi alimentari sostenibili? Come?
  • Quali sono le soluzioni e le politiche che possiamo applicare?

e per colmare così le lacune tra salute, sostenibilità ambientale, scienza e azione, realizzando un report che dovrebbe fornire obiettivi con base scientifica per guidare gli attori nello sviluppo di azioni in linea con il raggiungimento dei loro obiettivi di sviluppo sostenibile e degli obiettivi dell’accordo di Parigi.

In una lettera resa pubblica da EFA News per favorire il dibattito sul tema, Frédéric Leroy e Martin Cohen approfondiscono però il background dei componenti della Commissione EAT-Lancet e si interrogano sul fatto che il 2019 possa o meno essere l’anno della Commissione EAT-Lancet, che discute uno shift globale verso una dieta a base vegetale. Quello che la lettera mette in luce rispetto al kick-off meeting è che ci sono molti elementi di preoccupazione riguardo al tipo di messaggio che verrà lanciato, che creerebbe un’impressione distorta sul consenso scientifico e che si tradurrebbe in una campagna contro la carne ed il suo consumo. La campagna di EAT-Lancet sarà ben finanziata ed avrà un’eco di portata mondiale per lungo tempo, essendo trasmessa sui media ed essendoci ben 30 appuntamenti programmati. I cambiamenti climatici e la crescente popolazione richiedono la nostra attenzione nell’immediato, ma secondo gli autori della lettera quello che dovremmo affrontare sono le cause alla base di questi eventi drammatici, rimodellando la zootecnia come parte della soluzione al problema, evitando di “perdersi negli slogan, nello scientismo nutrizionale e nelle distorte visioni del mondo”.

Print Friendly, PDF & Email
Di |2019-01-15T13:02:48+02:0015 Gennaio 2019|Categorie: News|Tags: , , , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento