Programmi su Frutta, Ortaggi e Latte nelle scuole dopo il 2023

Interrogazione con richiesta di risposta scritta
alla Commissione
Articolo 138
Rory Palmer

Intende la Commissione portare avanti il programma di frutta, ortaggi e latte nelle scuole dell’UE dopo il 2023? In tal caso, quale budget verrà assegnato? E quali altri passi verranno presi per migliorare la nutrizione infantile?

Risposta del Sig. Wojciechowski a nome della Commissione Europea

Il quadro giuridico per il programma UE in materia di frutta, ortaggi e latte nelle scuole non stabilisce una data di fine per il periodo di applicazione.

L’importo proposto dalla Commissione per il bilancio assegnato al regime, nel quadro legislativo per il 2021-2027, è di 220.804.135 euro per anno scolastico. Corrisponde all’importo attuale di 250 milioni di euro per anno scolastico, da cui viene dedotto l’importo di 29.195.865 euro assegnato al Regno Unito. Gli aiuti dell’UE assegnati agli Stati membri non sono cambiati. La proposta è in discussione con il Parlamento europeo e il Consiglio.

La Commissione sostiene gli Stati membri nel raggiungimento degli obiettivi dell’Organizzazione mondiale della sanità in materia di malattie non trasmissibili e degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite fornendo sostegno finanziario e amministrativo agli Stati membri per attuare le migliori pratiche valutate. Il gruppo direttivo per la promozione della salute, la prevenzione delle malattie e la gestione delle malattie non trasmissibili, il portale delle migliori prassi e la piattaforma delle politiche sanitarie sono gli strumenti principali per attuare questo approccio. In tale contesto, all’inizio del 2020 inizierà un’azione comune degli Stati membri sull’attuazione delle migliori pratiche in materia di riformulazione degli alimenti, sulla riduzione della commercializzazione aggressiva di alimenti ricchi di grassi, zucchero e sale, in particolare per i bambini, e sul sostegno agli appalti pubblici per alimenti sani nelle scuole, con un cofinanziamento di 6 milioni di euro da parte della Commissione. Per completarlo, altri due progetti sono in corso sulla riformulazione degli alimenti e sulla commercializzazione di alimenti ricchi di grassi, zuccheri e sale ai bambini con un cofinanziamento di 2 milioni di euro.

Inoltre, la Commissione ha anche limitato il contenuto di grassi trans industriali negli alimenti destinati al consumatore finale e gli alimenti destinati alla fornitura al dettaglio.

Come indicato nella comunicazione della Commissione sul Green Deal europeo, la strategia Farm to Fork prevista per la primavera 2020 si adopererà per stimolare un consumo alimentare sostenibile e promuovere alimenti sani a prezzi accessibili per tutti. La Commissione esplorerà in particolare nuovi modi per fornire ai consumatori migliori informazioni sul valore nutrizionale degli alimenti.

Fonte: Parlamento Europeo

Print Friendly, PDF & Email