Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, annuncia l’impegno italiano nel videomessaggio al vertice “Grain from Ukraine” di Kiev.

Nel videomessaggio inviato al vertice “Grain from Ukraine” tenutosi a Kiev il 25 novembre u.s., il Presidente del Consiglio italiano, Giorgia Meloni, ha confermato il continuo sostegno dell’Italia all’Ucraina in un momento cruciale per il Paese.

La giornata dedicata alla commemorazione delle vittime dell’Holodomor, lo sterminio per fame perpetrato novant’anni fa dal regime sovietico, è coincisa con il 640° giorno di resistenza del popolo ucraino contro l’aggressione russa. Meloni ha sottolineato l’eroismo e l’amore del popolo ucraino per la libertà e l’indipendenza, elogiando la sua resistenza contro bombe, buio, freddo e fame.

L’iniziativa “Grain from Ukraine” – il programma alimentare umanitario lanciato dal presidente dell’Ucraina Volodymyr il 26 novembre 2022 con l’obiettivo di aiutare a superare le conseguenze umanitarie ed economiche della crisi alimentare globale causata dalla guerra aggressiva della Russia contro l’Ucraina – è stata definita simbolicamente potente, e l’Italia ha accolto con favore la volontà del Governo di Kiev di perpetuarla.

Il Presidente Meloni ha annunciato che verrà stanziato un contributo aggiuntivo di due milioni di euro da parte dell’Italia, ribadendo la richiesta alla Russia di aderire alla Black Sea Grain Initiative. Questo permetterebbe ai prodotti agricoli ucraini di raggiungere i mercati internazionali, sostenendo le nazioni più fragili in termini di sicurezza alimentare.

L’impegno italiano, ha sottolineato il Presidente del Consiglio, rientra in un sostegno a 360°, che comprende dimensioni militari, finanziarie e umanitarie. L’Italia si mantiene al fianco dell’Ucraina dal primo giorno dell’invasione russa e continuerà a farlo fino a quando sarà necessario.

Il Presidente ha concluso il suo messaggio affermando che l’Italia è e sarà sempre al fianco del popolo ucraino, perché il futuro dell’Ucraina è un futuro di pace, libertà ed europeità.

Vedi qui il videomessaggio del Presidente Meloni.

Print Friendly, PDF & Email