L’UE e Singapore intensificano i rapporti economici e politici

//L’UE e Singapore intensificano i rapporti economici e politici

L’UE e Singapore intensificano i rapporti economici e politici

L’Unione europea e Singapore hanno firmato tre accordi innovativi nel settore delle relazioni politiche, commerciali e d’investimento. Insieme segnano un notevole passo avanti verso una maggiore presenza dell’UE in un’importante regione in rapida crescita.

Gli accordi firmati sono l’accordo commerciale UE-Singapore, l’accordo sulla protezione degli investimenti UE-Singapore e l’accordo quadro di partenariato e cooperazione.

Il Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ha dichiarato: “La firma degli accordi fra l’UE e Singapore costituisce un ulteriore messaggio forte di partner che condividono la stessa intenzione di difendere e promuovere un sistema internazionale fondato sulle regole, la cooperazione e il multilateralismo. L’accordo commerciale aprirà nuove opportunità per i produttori, i lavoratori, gli agricoltori e i consumatori europei, un ritratto fedele di quanto la Commissione abbia realizzato con partner mondiali dalle vedute analoghe, mentre insieme ci adoperiamo per affrontare le sfide globali in modo sempre più coeso grazie a un dialogo politico.”

Federica Mogherini, Alta rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza e Vicepresidente della Commissione, ha dichiarato: “L’Unione europea e Singapore si associano non solo per i legami economici sempre più stretti bensì anche per il ruolo fondamentale nella regione e oltre. Questo accordo di partenariato e di cooperazione ci consentirà di rafforzare il lavoro comune che già portiamo avanti, dal contrasto ai cambiamenti climatici fino alla lotta contro la criminalità organizzata. L’odierno passo avanti nelle nostre relazioni bilaterali è significativo e inciderà positivamente sui nostri cittadini e sulle regioni al di là delle nostre frontiere.

Cecilia Malmström, Commissaria responsabile per il commercio, ha dichiarato: “Questi accordi con Singapore, il nostro principale partner commerciale della regione, costituiscono una nuova pietra miliare per l’UE. Trattandosi dei primi accordi di questo tipo conclusi fra l’UE e uno Stato membro dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico, essi apriranno nuove e ampie opportunità per i nostri esportatori. Questi accordi, come tutti gli accordi conclusi di recente, vanno oltre le considerazioni economiche e dimostrano un forte impegno a promuovere i diritti umani e del lavoro nonché a proteggere l’ambiente. In questo periodo difficile sulla scena mondiale abbiamo bisogno di alleati forti come Singapore per mantenere il sistema commerciale globale basato su regole.

Nell’ambito dell’ASEAN, Singapore è di gran lunga il partner principale dell’UE, con scambi bilaterali di merci per un valore complessivo di 53,3 miliardi di € (2017) e di servizi per 44,4 miliardi di € (2016). A Singapore sono stabilite oltre 10 000 imprese dell’UE, per le quali il paese funge da base per l’intera regione del Pacifico. Singapore è inoltre al primo posto nella classifica relativa agli investimenti europei in Asia, con una crescita molto rapida negli ultimi anni. Il complesso degli investimenti bilaterali ha raggiunto nel 2016 la cifra di 256 miliardi di €.

L’accordo commerciale con Singapore eliminerà quasi tutti i dazi rimanenti su taluni prodotti europei, semplificherà le procedure doganali e istituirà norme e parametri rigorosi. Esso semplifica lo scambio di merci come i prodotti elettronici, alimentari e farmaceutici, promuovendo nel contempo la crescita verde. L’accordo apre il mercato a servizi di telecomunicazioni, ambientali e ingegneristici e comprende anche un ampio capitolo sul commercio e lo sviluppo sostenibili, che fissa norme estremamente rigorose in materia di lavoro, sicurezza, protezione dell’ambiente e del consumatore e che potenzia le azioni comuni a favore dello sviluppo sostenibile e dei cambiamenti climatici.

L’accordo sulla protezione degli investimenti contiene tutti gli aspetti del nuovo approccio dell’UE alla protezione degli investimenti e i relativi meccanismi di applicazione per garantire un livello elevato di protezione degli investimenti salvaguardando nel contempo i diritti dell’UE e di Singapore a legiferare e perseguire obiettivi di politica pubblica, come la protezione della salute pubblica, della sicurezza e dell’ambiente.

Gli accordi commerciali e d’investimento rappresentano il primo passo verso un futuro accordo interregionale fra l’UE e l’ASEAN.

L’accordo quadro di partenariato e cooperazione, firmato dall’Alta rappresentante/Vicepresidente Federica Mogherini e dalla sua controparte, il Ministro degli Esteri di Singapore, Vivian Balakrishnan, consentirà all’UE e a Singapore di intensificare la cooperazione politica, economica e settoriale in numerosi campi, quali l’ambiente, i cambiamenti climatici, l’energia, l’educazione e la cultura, l’occupazione e gli affari sociali, la scienza e la tecnologia, i trasporti, la lotta contro il terrorismo e la criminalità organizzata. Esso potenzierà la cooperazione sulle sfide globali, in cui Singapore e l’UE svolgeranno un ruolo sempre più importante e consentirà di intervenire in modo più coerente. L’accordo istituisce un comitato misto per garantire il buon funzionamento e la corretta attuazione dell’accordo.

L’accordo di partenariato e di cooperazione con Singapore è il quarto di questo tipo firmato con un paese dell’ASEAN, dopo quelli con l’Indonesia, le Filippine e il Vietnam. Esso sostituisce l’attuale quadro di riferimento dell’accordo di cooperazione del 1980 fra la Comunità economica europea e i paesi dell’ASEAN.

Prossime tappe

Gli accordi commerciali e di cooperazione saranno trasmessi al Parlamento europeo per l’approvazione. L’accordo commerciale potrebbe quindi entrare in vigore prima della fine dell’attuale mandato della Commissione europeo nel 2019, mentre l’accordo sulla protezione degli investimenti seguirà anche procedure di ratifica a livello degli Stati membri. L’accordo di partenariato e di cooperazione dovrà essere ratificato dagli Stati membri dell’UE e presentato al Parlamento europeo prima di entrare in vigore formalmente.

Per ulteriori informazioni

Delegazione dell’Unione europea a Singapore

Gli accordi commerciali e d’investimento fra l’UE e Singapore

Missione dell’Unione europea presso l’ASEAN

Scheda informativa sulle relazioni UE-ASEAN

 

Fonte: Commissione Europea

Print Friendly, PDF & Email
Di |2018-10-22T10:16:31+02:0023 Ottobre 2018|Categorie: News|Tags: , , , , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento