Master in Sanità pubblica veterinaria e igiene degli alimenti – Anno accademico 2017-2018

//Master in Sanità pubblica veterinaria e igiene degli alimenti – Anno accademico 2017-2018

Master in Sanità pubblica veterinaria e igiene degli alimenti – Anno accademico 2017-2018

Per l’anno accademico 2017-2018 è attivato il master in «Sanità pubblica veterinaria e igiene degli alimenti» presso il Dipartimento di Medicina veterinaria dell’Università degli Studi di Perugia.

Bando al link: www.unipg.it alla voce Ateneo > Concorsi > Master e corsi di perfezionamento

www.unipg.it/didattica/procedure-amministrative/accesso-corsi-numero-programmato/master

Inoltre nel sito dell’INPS è stato pubblicato il bando in favore dei figli e degli orfani di dipendenti e pensionati iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, dei pensionati utenti della Gestione dipendenti pubblici, finalizzati all’erogazione di borse di studio per la partecipazione ai Master universitari.

Bando al link: www.inps.it alla voce Avvisi, bandi e fatturazione > Welfare, assistenza e mutualità > Formazione Welfare > Master e Corsi di Perfezionamento > Bandi attivi

www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?iMenu=13

Il Master in Sanità pubblica veterinaria e igiene degli alimenti

Al link: www.ispezioneperugia.it sono disponibili ulteriori informazioni sullo svolgimento e sui contenuti del master, comprese le opinioni di chi si è diplomato nelle edizioni precedenti. 

www.webalice.it/beniamino.cenci.goga/SPVIA/il-master-visto-da-chi-lha.html.

Il master universitario internazionale in «Sanità pubblica veterinaria e igiene degli alimenti», si differenzia dal classico format residenziale che obbliga i discenti a costose trasferte per seguire le lezioni, ma anche dal più moderno approccio di esclusiva formazione a distanza (e-Learning), oggi tanto di moda.

Gli organizzatori del master, nella consapevolezza che determinate attività formative possono essere tranquillamente svolte a distanza, ma certi anche della necessità di attività residenziali e di «travaso culturale» nei due sensi docente-discente e discente-docente, hanno messo a punto una struttura mista. Il master è così caratterizzato da moduli di formazione a distanza, al termine dei quali sono organizzati seminari e conferenze con la partecipazione di ospiti illustri. Nelle edizioni precedenti sono stati ospiti del master personaggi del calibro di Mario Tozzi, geologo e conduttore televisivo, Ilaria Capua, virologa di fama mondiale e Luigi Scordamaglia, CEO di Assocarni. Best of both worlds, direbbero gli anglofoni!

Il master è inoltre qualificato da un’importante attività di stage presso aziende e istituzioni di ricerca nazionali ed estere, quali Assocarni (www.assocarni.it/), Fileni (www.fileni.it), Parco tecnologico agroalimentare dell’Umbria (www.parco3a.org), Università di Pretoria (web.up.ac.za), aziende USL, istituti zooprofilattici sperimentali (www.salute.gov.it), Università della Castilla – La Mancha (www.uclm.es/irec), Università della California a Davis (www.ucdavis.edu) per citarne alcune. Il master si inserisce nelle attività internazionali di formazione previste dall’accordo quadro tra l’Università degli Studi di Perugia (Facoltà di Medicina Veterinaria) e l’Università di Pretoria in Sudafrica (Facoltà di Medicina Veterinaria a Onderstepoort) che prevedono lo scambio di docenti e studenti con flussi in entrata e in uscita per il miglioramento dei rapporti scientifici e tecnologici tra Italia e Sudafrica. Un altro aspetto peculiare è la possibilità di effettuare training e stage formativi sulle malattie tropicali e sulla sanità pubblica veterinaria nei paesi in via di sviluppo. Il master è finalizzato a fornire le basi culturali necessarie per comprendere le trasformazioni in atto nell’ambito della sanità pubblica veterinaria e dell’igiene e tecnologia degli alimenti.

Le conoscenze e le capacità teorico‐pratiche, che saranno acquisite al termine del corso, pongono le proprie basi sulla definizione del corretto rapporto uomo‐animale‐alimenti‐ambiente e prevedono l’approfondimento della diagnostica innovativa, delle modalità di intervento sulle popolazioni animali e delle procedure di esercizio della sorveglianza degli animali e dei prodotti da essi derivati. La presenza di docenti della Facoltà di Medicina Veterinaria di Pretoria, Onderstepoort e l’opportunità di condurre un periodo di stage in Sudafrica, permetteranno agli studenti di approfondire la conoscenza di malattie esotiche, potenzialmente transfrontaliere, e le relative misure profilattiche, come previsto dall’accordo quadro tra l’Università degli Studi di Perugia e l’Università di Pretoria, Sudafrica La possibilità di svolgere un periodo di stage presso strutture di produzione e trasformazione di alimenti garantisce una formazione completa per un professionista con qualifiche rispondenti alle esigenze delle aziende nel settore agro‐alimentare.

Fonte: Spvia

Print Friendly, PDF & Email

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento