Al via il finanziamento per il Made Green in Italy: lo schema nazionale volontario per la valutazione e la comunicazione dell’impronta ambientale, finalizzato a promuovere i prodotti ad elevata qualificazione ambientale e a ridotto impatto sul clima.

Il “Bando di finanziamento per l’elaborazione di Regole di Categoria di Prodotto nell’ambito dello Schema Made Green in Italy (D.M. n.56/2018)” intende promuovere la elaborazione delle Regole di Categoria di Prodotto (RCP) per dare efficace attuazione al “Made Green in Italy” e permettere alle aziende di più settori produttivi di poter aderire e fregiarsi del logo sul proprio prodotto.

Il funzionamento del Made Green in Italy, che si basa sula metodologia PEF-Product Environmental Footprint, prevede infatti una prima fase di elaborazione di specifiche RCP contenenti le indicazioni metodologiche che definiscono i requisiti obbligatori e facoltativi necessari alla conduzione degli studi dell’impronta ambientale per le specifiche categorie di prodotto. Solo in presenza di valide RCP, dunque, un’azienda può aderire allo schema con uno o più dei suoi prodotti.

Per maggiori informazioni e per aderire, consultare la pagina del bando.

 

Fonte: Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Print Friendly, PDF & Email