Ministro Costa a commissario Canete: “Necessario sforare il deficit per investimenti green”

//Ministro Costa a commissario Canete: “Necessario sforare il deficit per investimenti green”

Ministro Costa a commissario Canete: “Necessario sforare il deficit per investimenti green”

Clima, Ministro dell’Ambiente a commissario Canete: “Necessario sforare il deficit per investimenti green”

Ho chiesto che gli investimenti per l’economia green possano sforare il tetto del deficit”: così  il ministro dell’Ambiente Sergio Costa al termine dell’incontro di ieri pomeriggio il commissario europeo per l’energia e i cambiamenti climatici Miguel Arias Canete.  “Ambiente e sviluppo devono camminare insieme, il paradigma economico va cambiato e servono investimenti soprattutto in questa fase di necessaria transizione”, sottolinea Costa.

Il Commissario si è detto aperto al ragionamento e ha anche riconosciuto con parole molto elogiative l’alto livello di ambizione rappresentato nel Piano energia e clima (Pniec) italiani depositato a Bruxelles e attualmente ancora nella fase di esame, che dovrebbe comunque concludersi a breve. “Canete ha identificato nell’Italia uno dei paesi più ambiziosi, e ha auspicato, trovandoci favorevoli, che possiamo ricoprire anche il ruolo di pontieri con i paesi europei più reticenti per quanto riguarda la strategia di lungo periodo e l’obiettivo della neutralità carbonica al 2050. Io ho ribadito che l’Italia sugli obiettivi ambiziosi c’è, vuole avere un ruolo primario e lavorare affinchè tutta l’Europa abbia una posizione da protagonista nel delineare una strategia di lungo periodo davvero efficace contro i cambiamenti climatici”, conclude Costa.

 

Fonte: Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare

Print Friendly, PDF & Email
Di |2019-06-07T11:02:30+02:0010 Giugno 2019|Categorie: News|Tags: , , , , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento