Il 1° marzo 2020, il Prof. Martino Cassandro è stato nominato direttore tecnico della Federazione delle Associazioni Nazionali di Razza e di Specie (FedANA).

La notizia non sarebbe nuova ma a dire il vero poco si sa della FedANA, nata un pò in sordina e senza clamore successivamente alla pubblicazione del DL n°52 dell’11 Maggio 2018, evoluzione della nota Legge 30 del 1991 che dettava le regole della selezione genetica italiana. Il DL 52, in estrema sintesi, ha trasformato le Associazioni Nazionali Allevatori (ANA), ossia le associazioni preposte al miglioramento genetico delle singole razze e specie, in associazioni di primo grado, rendendole di fatto indipendenti dall’Associazione Italiana Allevatori (AIA). AIA rispetto al passato, ossia prima del DL 52, ha ora il compito di raccogliere i “fenotipi” che le ANA selezionano attraverso i loro indici genetici, compito che tutti noi conosciamo con il nome di “controlli funzionali”. Questa importante riforma è stata anche stimolata dalla raccomandazione del 10 Marzo 2010 dell’AGCM che riportiamo in allegato.

In seguito ad un’operazione di “scissione parziale” decisa dal Comitato direttivo di AIA è nata quindi la FedANA, alla quale le ANA possono aderire su base volontaria.

Nel frattempo, per cercare di chiarire ulteriormente questa vicenda, l’Onorevole Pasquale Maglione del  Movimento 5 Stelle, l’Onorevole Maria Cristina Caretta di Fratelli d’Italia e l’Onorevole Carmelo Lo Monte del Gruppo Misto hanno presentato delle interrogazioni parlamentari.

La selezione è un asset strategico per una Nazione perché indirizza il miglioramento genetico degli animali destinati a produrre cibo per l’uomo verso le peculiarità alimentari che ogni popolo ha. In particolare, il nostro Paese ha bisogno di latte e carne fortemente caratterizzate perché l’indirizzo strategico da noi è scelto vede prevalere i prodotti a Denominazione d’Origine rispetto ai prodotti di massa a basso costo.

Molto significativa e rassicurante è stata la scelta di affidare dal 1° Marzo 2020 la guida tecnica della nuova FedANA al Prof. Martino Cassandro, Ordinario dell’Ateneo di Padova. Cassandro, molto noto nella comunità scientifica nazionale ed internazionale, svolge la sua attività di insegnamento presso il Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Animali e Alimentari e a Biotecnologie alimentari, essendo titolare di importanti insegnamenti come Produzioni animali, Biodiversità zootecnica e Tracciabilità dei prodotti di origine animale, informatica e biostatistica per l’industria Alimentare. Il Prof. Cassandro ha al suo attivo 175 pubblicazioni su riviste scientifiche referenziate ed ha un H-Index di 30.

Dopo questa breve presentazione della FedANA e del Prof. Martino Cassandro, pubblicheremo nei prossimi mesi un’intervista molto dettagliata, già concordata con il Prof. Cassandro, sul presente e sul futuro della FedANA e sulle ricadute pratiche che ciò potrà avere per gli allevamenti italiani e nel lavoro di tutti noi.

Print Friendly, PDF & Email