Packaging più sostenibile per il latte e lo yogurt di Arla in Europa

//Packaging più sostenibile per il latte e lo yogurt di Arla in Europa

Packaging più sostenibile per il latte e lo yogurt di Arla in Europa

L’impatto ambientale dei prodotti lattiero-caseari nei frigoriferi delle famiglie europee sta migliorando. Entro la fine dell’anno, in sei paesi, Arla trasformerà 600 milioni di cartoni di latte fresco rendendoli rinnovabili e 560 milioni di vasetti di yogurt che saranno riciclabili, tagliando le emissioni di carbonio di 7.330 tonnellate.

Vogliamo aiutare le persone a vivere una vita più sostenibile e a sentirsi bene con ciò che è nel loro frigorifero. Il latte e gli yogurt freschi vengono consumati quotidianamente nella maggior parte delle famiglie nei nostri mercati principali e sono anche fondamentali per i nostri clienti al dettaglio. Ecco perché questi articoli sono in cima alla lista dei prodotti da migliorare dal punto di vista della sostenibilità. La nostra estesa presenza in europa ci consente di sfruttare le nostre dimensioni e incidere su più mercati contemporaneamente“, afferma Peter Giørtz-Carlsen, responsabile europeo di Arla.

Arla prevede una riduzione della CO2 del 30% entro il 2030, inizialmente impegnandosi a ridurre le emissioni di circa 8.000 tonnellate di CO2 all’anno fino intervenendo sugli imballi. L’obiettivo ultimo è che il suo intero portfolio sia carbon net zero entro il 2050, in linea con la sua ambizione globale di diventare carbon net zero entro il 2050.

Il nuovo packaging sarà disponibile per i consumatori nei sei principali mercati europei di Arla: Svezia, Danimarca, Finlandia, Paesi Bassi, Germania e Regno Unito.

Il passaggio dalla plastica di origine fossile alla plastica a base biologica derivata dalla canna da zucchero o dai rifiuti forestali consente di rendere i 600 milioni di cartoni di latte Arla rinnovabili al 100%. Inoltre, questo nuovo packaging permetterà di ridurre del 25% le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera rispetto ai precedenti contenitori di plastica fossile.

Per i vasetti di yogurt, il passaggio alla plastica riciclabile significa che potranno avere una seconda vita se i sistemi di riciclo nei mercati lo consentiranno.

Rendere gli imballaggi più sostenibili comporta molti dilemmi, ad esempio devono proteggere il cibo mantenendo al contempo la sua qualità e freschezza per evitare sprechi alimentari. Allo stesso tempo, si basa sugli sviluppi tecnologici, sulla disponibilità dei materiali e sui sistemi in atto per consentire un flusso più circolare di plastica nella società.

Oltre il 90% dei consumatori ritiene che gli imballaggi dovrebbero essere progettati per facilitarne il riciclo e vogliono poterlo fare nei loro sistemi di riciclo locali. Questo è stato un fattore chiave di queste iniziative. Attualmente in uno dei nostri mercati principali è possibile riciclare circa il 90% delle nostre confezioni, il nostro obiettivo è renderlo possibile in tutti i nostri mercati principali entro il 2025“, afferma Peter Giørtz-Carlsen.

Fonte: ARLA

 

Vuoi saperne di più sul packaging dei prodotti lattiero-caseri? Leggi “Packaging: quale materiale scegliere per i prodotti lattiero-caseari?” di Elisa Tavilli.

Print Friendly, PDF & Email
Di |2019-05-10T09:58:19+02:0011 Maggio 2019|Categorie: domus casei|Tags: , , , , , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento