Panoramica del rapporto sulle misure di contrasto all’antibiotico-resistenza (AMR) attraverso un utilizzo razionale degli antimicrobici negli animali

//Panoramica del rapporto sulle misure di contrasto all’antibiotico-resistenza (AMR) attraverso un utilizzo razionale degli antimicrobici negli animali

Panoramica del rapporto sulle misure di contrasto all’antibiotico-resistenza (AMR) attraverso un utilizzo razionale degli antimicrobici negli animali

OVERVIEW REPORT ON MEASURES TO TACKLE ANTIMICROBIAL RESISTANCE (AMR) THROUGH THE PRUDENT USE OF ANTIMICROBIALS IN ANIMALS

Sommario

Questo rapporto riassume alcuni lavori svolti dalla Direzione Generale per la Salute e la Sicurezza Alimentare in merito all’antibiotico resistenza (AMR) in medicina veterinaria e, in particolare, agli sforzi per incoraggiare l’uso prudente degli antibiotici negli animali, come esortato nelle linee guida dell’Unione europea (UE) per l’uso razionale degli antibiotici in medicina veterinaria, pubblicato a settembre 2015. Questo lavoro fa parte delle iniziative intraprese dalla Commissione europea per contribuire ad affrontare le crescenti minacce alla salute pubblica e animale dovute allo sviluppo della resistenza antimicrobica.

La presente relazione fornisce una panoramica della situazione negli Stati membri e in Norvegia, Islanda e Svizzera in relazione a quanto sopra, ed evidenzia esempi di potenziali buone pratiche che possono essere utili nello sviluppo di approcci per contrastare l’antibiotico resistenza in generale e, in particolare, l’uso di antibiotici negli animali. Vengono anche descritte alcune sfide nell’attuazione di politiche per l’uso razionale degli antibiotici.

Complessivamente, le informazioni raccolte dalle risposte ad un questionario inviato alle autorità e alle organizzazioni competenti nei paesi summenzionati, e durante la serie di missioni di inchiesta su questo argomento svolte nel corso del 2016, mostrano che quasi tutti i paesi hanno messo in atto, o stanno sviluppando, strategie e una serie di politiche per l’uso razionali degli antibiotici. Questi includono una varietà di iniziative da parte delle autorità competenti, degli stakeholders o di entrambi; un esempio sono gli obiettivi per la riduzione dell’uso di antibiotici e divieti sull’uso di antibiotici di importanza critica in alcune specie animali. I veterinari svolgono un ruolo chiave nell’incoraggiare i produttori ad adottare misure preventive che permettano di evitare la necessità di antibiotici, e nel contempo nel prendere decisioni informate sugli antibiotici più appropriati da prescrivere, e ciò si riflette nelle politiche messe in atto dai paesi che segnalano recenti riduzioni significative nell’uso di antibiotici.

L’effetto combinato delle politiche attuate a tutti i livelli può comportare riduzioni sostanziali dell’uso di antibiotici superiori al 50%, anche laddove le strategie nazionali sono in una fase iniziale e le politiche associate sono di natura volontaria, con la conseguente limitata capacità di controllo e di imposizione del rispetto. I molteplici fattori che influenzano lo sviluppo dell’AMR rendono difficile chiarire l’impatto di misure specifiche, sebbene l’analisi del monitoraggio dell’AMR e dell’uso di antibiotici mostri un’associazione tra le riduzioni nell’uso di antibiotici e i livelli ridotti di AMR. Questa serie di missioni conoscitive è proseguita nel corso del 2017 e ulteriori visite sono previste nel 2018.

 

Per maggiori dettagli, consulta il documento completo.

 

Fonte: Commissione Europea

Print Friendly, PDF & Email

About the Author:

Tecnologo alimentare Redazione Ruminantia Coordinamento Domus Casei Email: elisa.ruminantia@gmail.com

Scrivi un commento