Parere Scientifico EFSA: efficacia dell’estere metilico dell’acido linoleico coniugato (isomero t10, c12) per scrofe e vacche da riproduzione

//Parere Scientifico EFSA: efficacia dell’estere metilico dell’acido linoleico coniugato (isomero t10, c12) per scrofe e vacche da riproduzione

Parere Scientifico EFSA: efficacia dell’estere metilico dell’acido linoleico coniugato (isomero t10, c12) per scrofe e vacche da riproduzione

L’oggetto di questa valutazione è una miscela di isomeri dell’acido linoleico coniugato metilato (CLA) (t10, c12 e c9, t11) in proporzioni uguali. Il principio attivo è l’estere metilico CLA (t10, c12) (ME). Il gruppo di esperti scientifici sugli additivi e i prodotti o sostanze utilizzati nei mangimi (FEEDAP) dell’EFSA aveva in precedenza espresso un parere sulla sicurezza e l’efficacia del prodotto in cui non è stato possibile trarre conclusioni sull’efficacia di questo additivo per scrofe e vacche da riproduzione.

La Commissione europea ha chiesto all’EFSA di esprimere un parere sull’efficacia di questo additivo per scrofe e vacche da riproduzione sulla base di dati supplementari presentati dal richiedente. Il gruppo FEEDAP ha effettuato la valutazione dei nuovi dati seguendo un approccio in linea con i principi stabiliti dal Regolamento (CE) n. 429/2008 e i documenti di orientamento pertinenti. In relazione ai dati sull’efficacia nelle scrofe da riproduzione, a causa di carenze metodologiche dello studio presentato, inclusa la durata dello studio e la limitata rilevanza biologica dell’effetto osservato, il gruppo FEEDAP non può fornire conclusioni sull’efficacia del CLA (t10, c12)-ME per questa specie.

I dati relativi alle vacche da latte indicano che la supplementazione della dieta con CLA (t10, c12)-ME nel periodo tardivo della fase d’asciutta e/o durante l’allattamento ha portato ad un aumento della probabilità di gravidanza e ad una riduzione del tempo di concepimento nello stesso ciclo riproduttivo. Tuttavia, considerando che la durata minima degli studi di efficacia per i parametri riproduttivi è di almeno due cicli riproduttivi, il gruppo FEEDAP non è in grado di trarre conclusioni sull’efficacia dell’additivo per le bovine da riproduzione.

Clicca qui per leggere il parere integrale: www.efsa.europa.eu/en/efsajournal/pub/5614

Fonte: EFSA

Print Friendly, PDF & Email
Di |2019-03-08T10:46:45+02:009 Marzo 2019|Categorie: News|Tags: , , , , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento