Gli allevamenti di vacche da latte sono in genere sommersi dai dati. Addirittura, in molti allevamenti, sono contemporaneamente presenti più programmi di gestione. Questa valanga d’informazioni si scontra con il poco tempo che sia gli allevatori che i loro consulenti hanno a disposizione.

Avere tanti dati è sicuramente una buona cosa. Questi, infatti, aiutano a prendere decisioni consapevoli ed a verificare se le scelte fatte erano corrette; è però necessario fare i conti con la realtà e con il fatto che il tempo è tiranno.

A volte le troppe informazioni fanno l’effetto opposto, ossia al loro interno ci si perde e si finisce per non utilizzarle più.

Personalmente, consiglio di tenere sotto controllo pochi numeri essenziali, sia tecnici che economici, utilizzando, dove sono presenti, il “Riepilogo Genetico e Fenotipico ultimo anno” del PGA di ANAFJ, il “Sintetico collettivo” di Sialleva di AIA ed il Conto Economico per Ramo D’Azienda di Ergo della Farm Consulting.

Fare una rapida ricognizione di pochi, ma essenziali, numeri, richiede qualche decina di minuti ed è quindi compatibile con un tempo sempre troppo breve a disposizione.

Quando qualche numero non mi torna faccio i dovuti approfondimenti “diagnostici” nei programmi di gestione e nelle “carte” presenti in allevamento.

Il Riepilogo Genetico e Fenotipico ultimo anno è disponibile solo per la razza Frisona italiana ed è aggiornato da ANAFIJ ogni 6 mesi. Serve a capire come sta evolvendo nel tempo l’indice globale di sezione delle bovine e tutte le sue componenti, anche in confronto con la provincia ed i migliori allevamenti italiani. Serve anche a verificare a consuntivo con l’allevatore se i tori che sono stati reclutati nel piano d’accoppiamento stanno migliorando e correggendo i “difetti” genetici e fenotipici della stalla.

Il Sintetico Collettivo viene prodotto qualche giorno dopo il controllo funzionale e permette di analizzare l’evoluzione dei numerosi fenotipi produttivi, riproduttivi , sanitari e gli aspetti gestionali e fornisce un analisi piuttosto completa e “sintetica” di come sta andando tecnicamente l’allevamento. Anche nel sintetico è possibile fare un confronto dei dati rispetto al mese precedente, all’anno precedente e agli allevamenti presenti nella medesima provincia e su tutto il territorio nazionale per il medesimo periodo. Se in allevamento sono presenti contemporaneamente più razze di bovine da latte, verranno prodotti diversi specifici sintetici collettivi.

Il Conto Economico per ramo d’azienda si trova negli allevamenti che utilizzano il programma Ergo della Farm Consulting per gestire, appunto, il conto economico. Una rapida scorsa delle varie voci che compongono i costi ed i ricavi fornisce preziose informazioni sia all’allevatore che ai suoi consulenti sanitari, gestionali e nutrizionali sui punti critici meritevoli di attenzioni e di correzioni.

Per gli allevamenti che non sono soci delle Associazioni Nazionali di Razza o di Specie ma hanno programmi gestionali, esistono su di essi analoghe “stampe” dove fare le dovute analisi.

Prima di modificare le razioni o fare i piani colturali e decidere come gestire al meglio le routine veterinarie, di fare o meno investimenti in risorse umane o beni strumentali, oppure prima di affrontare l’acquirente che ritira il latte, è bene avere a mente i dati tecnici ed economici dell’allevamento per evitare sia di sottovalutare i problemi che di sopravvalutali inseguendo performance in realtà solo teoriche.

Print Friendly, PDF & Email