Pratiche commerciali sleali, la Commissione AGRI amplia e vota a favore della proposta normativa

//Pratiche commerciali sleali, la Commissione AGRI amplia e vota a favore della proposta normativa

Pratiche commerciali sleali, la Commissione AGRI amplia e vota a favore della proposta normativa

Catena di approvvigionamento alimentare più equa: gli eurodeputati dell’agricoltura mettono alle strette il commercio sleale

  • Sostenere i produttori alimentari contro le pratiche commerciali sleali imposte dai grandi attori del mercato

  • Mettere fine ai pagamenti in ritardo e cancellazioni a breve termine degli ordini

  • I produttori alimentari hanno il diritto di richiedere un contratto di fornitura scritto

I nuovi progetti di regole per proteggere meglio gli agricoltori dalle pratiche commerciali sleali degli acquirenti sono stati approvati lunedì dalla commissione AGRI.

I deputati hanno ampliato la portata del progetto di legge a:

  • includere tutti gli attori nella catena di approvvigionamento alimentare, e non solo i produttori di piccole e medie dimensioni e i grandi acquirenti
  • coprire il commercio di prodotti agricoli e servizi ausiliari, oltre ai prodotti alimentari.

La lista nera di pratiche commerciali sleali (UTP) proposta, modificata dai deputati al Parlamento europeo, include:

  • pagamenti effettuati oltre 30 giorni per prodotti agricoli e alimentari deperibili e (aggiunto dai deputati) oltre 60 giorni per prodotti non deperibili, a partire dall’ultimo giorno del mese in cui è stata ricevuta la fattura o il giorno di consegna concordato,
  • cancellazione unilaterale di un ordine di prodotti deperibili a meno di 60 giorni dalla data di consegna concordata (la Commissione ha proposto un termine preciso).

I deputati hanno inoltre convenuto che anche le seguenti pratiche dovrebbero essere vietate:

  • quando un acquirente si rifiuta di firmare un contratto scritto con il fornitore, che ora avrebbe un diritto di nuova costituzione di richiederlo, o di fornire a quest’ultimo condizioni di fornitura sufficientemente dettagliate;
  • quando un acquirente condivide o utilizza impropriamente informazioni riservate, relative al contratto di fornitura.

Nessuna vendita sottocosto, se non concordato in anticipo

I termini di un accordo di fornitura non devono mai derivare dalla dipendenza economica del fornitore dal compratore, affermano i deputati. Insistono inoltre sul fatto che, a meno che non sia stato concordato in precedenza, l’acquirente non dovrebbe vendere prodotti al di sotto del prezzo di acquisto e quindi chiedere al fornitore di colmare il divario.

Procedura di reclamo chiara

Per rendere la vita più facile ai produttori alimentari, i deputati propongono di consentire loro di presentare reclami laddove sono stabiliti, anche se le pratiche commerciali sleali si sono verificate altrove nell’UE. Le autorità nazionali preposte all’applicazione della legge gestiranno i reclami e, a seguito di un’indagine, imporranno sanzioni.

Citazione

“In questa battaglia di David contro Golia, stiamo armando i più deboli nella filiera alimentare per garantire equità, cibo più sano e diritti sociali. I piccoli produttori, i lavoratori, i consumatori, tutti noi presto smetteremo di subire le conseguenze delle pratiche commerciali sleali imposte dai grandi attori della filiera alimentare”, ha affermato il relatore Paolo De Castro (S & D, IT).

Prossimi passi

Il testo approvato in seno alla Commissione AGRI con 38 voti favorevoli, 4 voti contrari e 2 astensioni, sarà ora presentato in plenaria per chiedere il via libera ai deputati ai negoziati con i ministri dell’UE.

Background

Nel 2016 il Parlamento Europeo ha chiesto l’intervento dell’UE per abolire le pratiche commerciali sleali. La Commissione AGRI ha chiesto una legge dell’UE contro le pratiche commerciali sleali anche nella sua posizione del 2017 sulla cosiddetta proposta Omnibus. I deputati hanno anche discusso la questione con diversi ministri dell’agricoltura dell’UE e hanno concordato con loro che fosse necessaria una legge dell’UE.

 

Fonte: Parlamento Europeo

Print Friendly, PDF & Email

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento