Prezzo del latte: la situazione in Spagna

//Prezzo del latte: la situazione in Spagna

Prezzo del latte: la situazione in Spagna

Il prezzo del latte bovino in Spagna è diminuito per il quarto mese consecutivo a maggio 2018, raggiungendo i 31,6 centesimi. C’è molto malcontento per la situazione attuale dei prezzi, ma c’è anche un sentimento di rassegnazione che impedisce la mobilitazione degli allevatori che ora stanno guardando la scarna ripresa dopo anni di lotte e sono disposti a conformarsi.

Non vi è incertezza sul fatto che in futuro non ci saranno prezzi equi o che i volumi contrattati vengano effettivamente mantenuti. Inoltre, i contratti non forniscono molte speranze mentre continuano ad essere firmati da allevatori sotto pressione.

Secondo gli ultimi dati del Ministero dell’Agricoltura, le consegne di latte crudo registrate in Spagna nel 2017 ammontavano a circa 7 milioni di tonnellate, con un aumento di quasi il 2% rispetto al 2016. In termini di dimensioni delle mandrie di bovine da latte, sono state rilevate circa 850.000 bovine a giugno 2018, con un decremento di circa 10.000 capi, cioè dell’1,2%, rispetto a giugno 2017. Il numero totale di allevatori produttori di latte nell’aprile 2018 era di 14.231 , con un calo del 6% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Nel 2017 si è registrato un aumento della produzione di formaggio del 17%, seguito da quello di burro (15%) e latte scremato in polvere (20%). Al contrario, il latte concentrato è diminuito del 10% e la panna fresca del 5%. Il consumo di questi alimenti nelle famiglie è invece aumentato.

Per quanto riguarda la situazione politica in Spagna, l’Organizzazione Spagnola dei Produttori di Latte (OPL) sta attualmente aspettando che il nuovo governo entri in vigore per vedere quali proposte e direttive adotteranno. Chiederanno incontri con il nuovo Ministro dell’Agricoltura e discuteranno proposte, oltre a proporre le loro soluzioni e spiegare le carenze e le debolezze del settore. Al momento, la OLP pensa che non ci saranno grandi cambiamenti, visto che avranno un nuovo governo tra due anni. Ma cercheranno di assicurare che i politici attuino le proposte che hanno presentato loro quando erano all’opposizione. Per ora, il Ministero ha annunciato cambiamenti nell’etichettatura per includere il paese di origine.

Jose Alberto Martín González, Organizzazione Spagnola dei Produttori di Latte (OPL)

 

 

Fonte: European Milk Board

Print Friendly, PDF & Email
Di |2018-07-20T12:33:44+02:0020 Luglio 2018|Categorie: News|Tags: , , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento