Primo meeting della Commissione AGRI: la discussione sull’accordo UE-Mercosur e l’elezione dei due vicepresidenti

//Primo meeting della Commissione AGRI: la discussione sull’accordo UE-Mercosur e l’elezione dei due vicepresidenti

Primo meeting della Commissione AGRI: la discussione sull’accordo UE-Mercosur e l’elezione dei due vicepresidenti

Mercosur: gli eurodeputati della Commissione AGRI hanno criticato l’accordo commerciale durante il dibattito con il Commissario Hogan

I membri della Commissione per l’agricoltura di recente costituzione hanno espresso dure critiche per l’accordo di principio UE-Mercosur recentemente raggiunto in un dibattito con il Commissario Phil Hogan martedì.

Le potenziali conseguenze negative per gli agricoltori dell’UE e la mancanza di valutazione dell’impatto su vari settori agricoli negli Stati membri sono state tra le questioni sollevate durante il dibattito.

Hogan: accordo ambizioso che tiene conto anche delle preoccupazioni degli agricoltori

Il Commissario Hogan ha affermato nella sua dichiarazione di apertura che “l’accordo UE-Mercosur è equilibrato ma anche globale e ambizioso”. Anche se l’accordo potrebbe essere “impegnativo per alcuni settori agricoli”, la Commissione europea “ha fatto tutto il possibile per cercare di difendere gli interessi dell’agricoltura” e ha “garantito importanti opportunità per alcuni settori dell’agricoltura come vino, alcolici, olio d’oliva, prodotti lattiero-caseari e alimenti trasformati, solo per citarne alcuni ”, ha sottolineato.

“L’accesso al mercato dell’Unione europea è concesso in modo limitato e controllato ai paesi del Mercosur e tiene conto delle preoccupazioni degli agricoltori europei e delle preferenze dei consumatori”, ha spiegato il commissario Hogan. “Tutti i prodotti importati devono essere conformi alle norme dell’Unione Europea” ha sottolineato aggiungendo che “le norme di sicurezza alimentare dell’UE non sono negoziabili e saranno applicate rigorosamente”.

Il Commissario Hogan ha anche affermato che l’esecutivo dell’UE è pronto a dare una mano se l’attuazione dell’accordo dovesse portare a perturbazioni del mercato. In tal caso, la Commissione “si è impegnata a rendere disponibile un pacchetto di sostegno da 1 miliardo di euro esclusivamente per il settore agricolo”, ha spiegato.

Le critiche degli eurodeputati

Ciò non ha impressionato molti deputati che hanno espresso le loro preoccupazioni circa il potenziale impatto che l’accordo pre-concordato potrebbe avere sugli agricoltori e sui consumatori dell’UE.

“Molti agricoltori sono preoccupati” perché sentono che “sopporteranno loro il peso”, ha dichiarato Herbert Dorfmann (PPE, DE).

“Vi sono alcune questioni molto critiche”, ha affermato Paolo De Castro (S&D, IT), che ha messo in dubbio l’accelerazione dei negoziati alla fine della legislatura e ha sottolineato che la commissione discuterà l’accordo e ne studierà attentamente l’impatto sugli agricoltori dell’UE.

“Se si osserva nel dettaglio, è la parte riguardante l’alta qualità di cui siamo veramente preoccupati”, ha dichiarato Ulrike Müller (RE, DE) portando l’attenzione anche sulle “sfide climatiche” legate all’accordo.

“È peggio di quanto ci aspettassimo”, ha affermato Martin Häusling (Verdi / ALE, DE) avvertendo che “il mercato della carne bovina in Europa sarà in ginocchio tra un paio d’anni”. Ha anche affermato che gli agricoltori sono “vittime di una politica” per “vendere prodotti industriali anche se ciò significa sacrificare l’agricoltura”.

“L’accordo commerciale con il Mercosur non farà che peggiorare le cose per l’agricoltura europea”, ha affermato Ivan David (ID, CZ). “Non è un’opportunità, è una minaccia”, ha sottolineato aggiungendo che non “accetterà cambiamenti che peggiorino la nostra situazione”.

Mazaly Aguilar (ECR, ES) ha chiesto al commissario Hogan “che cosa dovranno fare gli agricoltori per essere in grado di dimostrare che potrebbero ricevere parte di questi soldi”, facendo riferimento al pacchetto da 1 miliardo di euro per potenziali perturbazioni del mercato a seguito dell’attuazione dell’accordo.

“Nel momento in cui l’Irlanda affronta la possibilità di perdere l’accesso al suo mercato più importante, nel momento in cui la Commissione accetta (…) che gli allevatori produttori di carni bovine siano sotto pressione, ha senso prendere in considerazione un accordo del genere?” ha chiesto Luke Ming Flanagan (GUE / NGL, IE).

Il dibattito completo, incentrato anche sulla riforma in corso della politica agricola dell’UE e su altri argomenti relativi all’agricoltura, con ulteriori interventi del commissario Hogan e reazioni di altri deputati al Parlamento europeo, è disponibile qui.

La Commissione per l’agricoltura elegge il suo terzo e quarto vicepresidente

Mazaly Aguilar (ECR, ES) ed Elsi Katainen (RE, FI) sono stati eletti martedì come terzo e quarto vicepresidente della Commissione AGRI, rispettivamente, per i primi due anni e mezzo di questa legislatura.

Il nuovo ufficio di presidenza della Commissione sarà quindi composto dal presidente Norbert Lins (PPE, DE), dal primo vicepresidente Francisco Guerreiro (Verts/ALE, PT), dal secondo vicepresidente Daniel Buda (PPE, RO), dal terzo vicepresidente Mazaly Aguilar (ECR, ES) e il quarto vicepresidente Elsi Katainen (RE, FI). I primi tre membri dell’ufficio di presidenza sono stati eletti durante la riunione costitutiva della Commissione tenutasi il 10 luglio, durante la quale era stato deciso di rinviare le elezioni del terzo e quarto vicepresidente fino al 23 luglio.

 

Fonte: Parlamento europeo

Print Friendly, PDF & Email
Di |2019-07-24T11:00:25+02:0024 Luglio 2019|Categorie: News|Tags: , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento