Pubblicate le istruzioni operative n. 18 del 2024 che delineano le modalità operative per la presentazione della domanda di pagamento concernente la copertura assicurativa delle produzioni vegetali relativa alla campagna 2023.  

Requisiti di accesso 

  • Possono presentare domanda i richiedenti la cui corrispondente domanda di sostegno è stata ammessa e che abbiano l’attestazione di pagamento della polizza, in caso di polizze individuali, o il certificato di polizza, nel caso di polizze collettive.
  • Il richiedente deve essere titolare di “Fascicolo Aziendale” e comunicare un indirizzo PEC valido.
  • Il richiedente deve presentare la domanda di pagamento all’Organismo pagatore AGEA nei termini previsti dall’Avviso pubblico decreto n. 643065 del 21 novembre 2023.
  • Agea erogherà il contributo direttamente al richiedente.
  • Essere in possesso della documentazione attestante la spesa sostenuta opportunamente quietanzata.
  • Essere in possesso della documentazione attestante la tracciabilità del pagamento alla Compagnia assicurativa.

Domanda di pagamento

Va presentata attraverso l’apposito modello (disponibile QUI), in forma telematica, utilizzando le funzionalità on-line messe a disposizione dall’OP AGEA sul portale SIAN, entro il 30 giugno 2025. Le comunicazioni di ritiro possono essere effettuate in qualsiasi momento. La data di presentazione è attestata dalla data di trasmissione telematica della domanda stessa tramite portale SIAN.

Oltre alla modalità standard di presentazione della domanda, che prevede la firma autografa del produttore sul modello cartaceo, viene introdotta anche la firma elettronica per chi ha registrato la propria anagrafica sul portale Agea (utente qualificato).

Controlli amministrativi e in loco

L’istruttoria relativa alla domanda di pagamento prevede:

  1. controlli amministrativi;
  2. controlli in loco, per le domande selezionate a campione;

Per i controlli amministrativi saranno effettuate verifiche in merito alla ricevibilità delle domande stesse, inclusa la validità della certificazione antimafia ove previsto, alla conformità della polizza/certificato di polizza stipulata con quella presentata e accolta con la domanda di sostegno, ed ai costi sostenuti ed ai pagamenti effettuati.

Per quel che riguarda, invece, i controlli in loco, saranno effettuati su un campione pari ad almeno il 5% della spesa che deve essere liquidata dall’Organismo pagatore, determinata in seguito ai controlli amministrativi. La selezione del campione è effettuata in base ad un’analisi dei rischi inerenti alle domande di pagamento ed in base ad un fattore casuale. Attraverso questi controlli in loco viene verificata la conformità degli interventi realizzati dai beneficiari con la normativa applicabile inclusi i criteri di ammissibilità, gli impegni e gli altri obblighi relativi alle condizioni di concessione del sostegno. Tali controlli, altresì, verificano l’esattezza dei dati dichiarati dai beneficiari, raffrontandoli con i documenti giustificativi.

Per approfondire tutti i dettagli, è possibile scaricare il documento cliccando QUI!

Autore: Silvia Fiorani