Promozione dei prodotti agroalimentari dell’UE in patria e all’estero: la Commissione aumenta i finanziamenti a 191,6 milioni di euro

//Promozione dei prodotti agroalimentari dell’UE in patria e all’estero: la Commissione aumenta i finanziamenti a 191,6 milioni di euro

Promozione dei prodotti agroalimentari dell’UE in patria e all’estero: la Commissione aumenta i finanziamenti a 191,6 milioni di euro

La Commissione europea ha lanciato ieri un invito a presentare proposte per programmi volti a promuovere i prodotti agricoli europei in tutto il mondo e all’interno dell’UE

Nel 2019 è stato stanziato un totale di 191,6 milioni di euro, tra cui 181,6 milioni di euro per il cofinanziamento dei programmi e altri 10 milioni di euro in caso di perturbazioni del mercato, rispetto ai 179 milioni di euro del 2018. I programmi possono coprire un’ampia gamma di questioni, dalle campagne generali su una sana alimentazione a specifici settori di mercato.

€ 89 milioni saranno assegnati a campagne in paesi con un alto tasso di crescita come Canada, Cina, Colombia, Giappone, Corea, Messico e Stati Uniti. Una parte dei fondi saranno destinati alla promozione di prodotti specifici, come le olive da tavola.

All’interno della stessa UE, l’attenzione si concentra sulle campagne che promuovono i diversi regimi e etichette di qualità dell’UE, tra cui la denominazione di origine protetta (DOP), le indicazioni geografiche protette (IGP) e le specialità tradizionali garantite (STG), nonché i prodotti biologici. Inoltre, una parte dei finanziamenti è destinata a determinati settori specifici: produzione sostenibile di riso, olive da tavola, carne di manzo e vitello, e frutta e verdura fresca. Quest’ultimo settore è stato specificamente selezionato per promuovere un’alimentazione sana tra i consumatori dell’UE.

Chi può fare domanda?

Una vasta gamma di organizzazioni, come organizzazioni commerciali, organizzazioni di produttori e organismi attivi nel settore agroalimentare responsabili di attività di promozione, possono richiedere finanziamenti attraverso l’invito a presentare proposte lanciato ieri. I cosiddetti programmi “semplici” possono essere presentati da una o più organizzazioni dello stesso paese dell’UE. I “multi” programmi possono essere presentati da almeno due organizzazioni nazionali di almeno due Stati Membri o da una o più organizzazioni europee. Le campagne che ne derivano di solito durano più di tre anni.

Le proposte devono essere presentate entro il 16 aprile 2019 tramite il portale dedicato. La Commissione valuterà le proposte e annuncierà i beneficiari in autunno.

CHAFEA, la EU’s Consumer, Health, Agriculture and Food Executive Agency, fornisce una serie di strumenti per aiutare i candidati a presentare con successo le loro proposte. Ulteriori informazioni saranno disponibili durante una serie di “giornate informative” che prenderanno parte in tutta l’UE. Lo European info day si terrà a Bruxelles il 7 febbraio e sarà aperto a tutti i potenziali beneficiari, agenzie pubblicitarie e autorità nazionali.

Clicca qui per maggiori informazioni sulla politica dell’UE sulla promozione dei prodotti agricoli

 

Fonte: Commissione europea

Print Friendly, PDF & Email
Di |2019-01-16T12:19:49+02:0016 Gennaio 2019|Categorie: News|Tags: , , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento