Con delibera di Giunta n. 138 del 21 marzo 2023 la Regione Campania ha preso atto della Decisione C (2023) 1762 finale del 9 marzo 2023 con cui la Commissione europea ha approvato la modifica del Psr Campania 2014-2020 – versione 11.1 proposta dall’Autorità di Gestione del Programma che vede l’introduzione della tipologia d’intervento 22.1.1 “Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori particolarmente colpiti dalle conseguenze dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia”.

Il budget della nuova tipologia – pari a 23,3 milioni di euro (di cui 14,1 milioni di fondi Feasr) e messo a bando lo scorso 20 gennaio (il termine per la presentazione delle domande è scaduto il 24 febbraio) – trae capienza dalle economie generate dall’attuazione di varie misure e tipologie del Psr.

Si è resa necessaria, dunque, la rimodulazione del piano finanziario del Programma, che registra anche il rafforzamento sia dell’impegno per l’agro-clima-ambiente sia del sostegno per i giovani agricoltori e l’Akis (in italiano Scia – Sistema della conoscenza e informazione in agricoltura).

Sul fronte dell’agro-clima-ambiente:

  • è stato portato da 2 a 3 del numero di anni degli impegni previsti dal bando 2021 della misura 11 “Agricoltura biologica” che, conseguentemente è stata dotata di risorse aggiuntive pari a 31,7 milioni di euro, con l’obiettivo di garantire continuità del sostegno ad un comparto strategico raccordando la programmazione 14-22 con quella 23-27;
  • è stata rafforzata la tipologia d’intervento 10.1.1 “Produzione integrata”, relativamente alla semina su sodo, con una dotazione di 1,2 milioni di euro per assicurare la copertura del fabbisogno emerso con il bando 2022;
  •  è stata incrementato di 5,2 milioni di euro il budget della tipologia 3.1 “Sostegno alla prevenzione dei danni arrecati alle foreste da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici”;
  • è stata ripensata la strategia della tipologia 4.1.5 “Investimenti finalizzati all’abbattimento del contenuto di azoto e alla valorizzazione agronomica dei reflui zootecnici”, con una maggiore finalizzazione e il ‘cambio di natura’ delle risorse finanziarie da Euri a Feasr, pur non arretrando rispetto allo sforzo per le misure indicate nell’art. 59, paragrafo 6, del Regolamento (Ue) n. 1305/2013.

Giovani agricoltori: la tipologia d’intervento 6.1.1 “Riconoscimento del premio per giovani agricoltori che per la prima volta si insediano come capo azienda agricola” vede incrementare le proprie risorse di 1 milione di euro (totale dotazione finanziaria: 28 milioni) al fine di favorire il ricambio generazionale in agricoltura e in funzione del raccordo tra la programmazione 14-22 e quella 23-27.

Infine, il sistema Akis: è stata incrementata di 3 milioni di euro la dotazione finanziaria della tipologia 16.1.2 “Sostegno ai Gruppo operativi (Go) del Partenariato europeo per l’innovazione (Pei) per l’attuazione di progetti di diffusione delle innovazioni nell’ambito del rafforzamento dell’Akis campano” (totale budget: 7,8 milioni).

Print Friendly, PDF & Email