Turchia: forte interesse per le IG italiane. Numerose le delegazioni internazionali invitate, quella italiana sarà formata da rappresentanti dei Consorzi di tutela, esperti e ricercatori.

Dal 19 al 21 settembre, Qualivita sarà presente ad Ankara, in Turchia, presso il Congressoum International Convention & Exhibition Centre, dove parteciperà al Summit internazionale delle indicazioni geografiche, evento prestigioso e articolato, dedicato alle indicazioni geografiche, organizzato dalla Chamber of Commerce di Ankara. La Turchia dimostra da tempo un  forte interesse per le IG.  Fra le numerose delegazioni internazionali invitate, anche quella  italiana che sarà  formata da rappresentanti dei Consorzi di tutela, esperti e  ricercatori .

Gli interventi di Qualivita, che ad Ankara sarà rappresentata dal direttore Mauro Rosati e dal presidente Cesare Mazzetti, sono previsti nella seconda giornata di lavori,  rispettivamente nella VII sessione “Best pratices on Geographical Indications” e nella IX sessione “Geogaphical Indications and producer organisations”.

Nell’ambito delle “Best pratices on Geographical Indications” verranno raccontate le esperienze italiane dei Consorzi   Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP, Parmigiano Reggiano DOP, Grana Padano DOP e Mele Val di Non DOP e verrà presentato il Cioccolato di Modica IGP come la prima IG con  passaporto digitale, realizzato con IPZS e CSQA.

Nello spazio“ Geogaphical Indications and producer organisations”, verrà invece esposto il modello italiano di struttura consortile,  con particolare riferimento al comparto degli aceti balsamici e all’esperienza del Consorzio Aceto balsamico di Modena IGP.

“Siamo molto lieti di organizzare “Il secondo vertice internazionale delle indicazioni geografiche” – dichiara Gürsel Baran, presidente della Ankara Chamber of Commerce – una delle opportunità  più gratificanti per creare valore economico per i prodotti tradizionali, che sono fondamentali per lo sviluppo della nostra economia”.

La Turchia  scommette sulle IG  e con  440 prodotti registrati –  non solo nell’ambito food & wine – dimostra l’importanza strategica che questa nazione attribuisce al mondo delle indicazioni geografiche. La promozione e la protezione dei prodotti IG contribuisce al raggiungimento di interessanti  risposte economiche, promuove la produzione di qualità e un’equa distribuzione degli utili. Le indicazioni geografiche significano “rinascita” culturale e commerciale per molte comunità rurali e Qualivita è stata invitata ad Ankara per raccontare le esperienze del modello italiano.

 

 

Fonte: Qualivita

Print Friendly, PDF & Email