Rassegna dei prezzi internazionali del latte di novembre 2018

//Rassegna dei prezzi internazionali del latte di novembre 2018

Rassegna dei prezzi internazionali del latte di novembre 2018


Tutti i prezzi sono IVA esclusa, pagati ai produttori e assumendo che il latte venga raccolto a giorni alterni.
1) Esclusivo del pagamento supplementare più recente
2) Media aritmetica
3) In base alle previsioni più recenti
4) Basato sulle dichiarazioni USDA

Prezzi del latte

I prezzi mensili del latte calcolati a novembre 2018 sono stati in media di 34,66 €per 100 kg di latte standard. Un decremento di 0,16 € rispetto al mese precedente. Rispetto a novembre 2017, il prezzo medio del latte è inferiore di 2,99 € o del 7,9%.

Da giugno in poi il prezzo medio del latte è salito mensilmente, ma a novembre questo aumento si è fermato. I prezzi del latte dovrebbero scendere ulteriormente a dicembre. Ad esempio, i prezzi del latte DMK e Arla caleranno di 1,0 € a dicembre. Anche il prezzo latte calcolato di Dairy Crest scende di 1,2 €, ma ciò è dovuto principalmente al declino della sterlina britannica e all’assenza di supplementi stagionali. L’inizio del 2019 sembra iniziare con ulteriori diminuzioni dei prezzi. FrieslandCampina, Arla e Royal A-ware hanno annunciato riduzioni di prezzo per gennaio 2019. Dairy Crest abbasserà il prezzo del latte a febbraio.

Anche se i prezzi del latte a dicembre non sono ancora del tutto noti, si può fare una buona stima dello sviluppo del prezzo del latte nell’ultimo anno solare 2018. Sulla base dei prezzi mensili del latte e una stima delle dichiarazioni latte mancanti, il prezzo medio del latte in anticipo nel 2018 verrà arrotondato a 34 € per 100 kg. Questo è all’incirca lo stesso del prezzo medio del latte negli anni dal 2013 al 2017. Va sottolineato che si tratta di un pagamento anticipato basato sui prezzi mensili del latte, in cui non è stato ancora preso in considerazione un eventuale pagamento supplementare sul latte consegnato nel 2018. Solo quando questi pagamenti supplementari sono noti, è possibile calcolare i prezzi finali del latte. Questi saranno pubblicati nel giugno 2019.

La tabella mostra che i prezzi anticipati del latte sono diminuiti in media del 3,6% nel 2018 rispetto al 2017. Non tutti i prezzi del latte sono diminuiti. I prezzi del latte francesi, ad eccezione di Savencia, sono leggermente aumentati nel 2018. Anche il prezzo del latte calcolato di Dairy Crest è leggermente aumentato, mentre quello di Valio è rimasto invariato. I prezzi del latte sono diminuiti per tutte le altre società.

Tabella. Prezzi previsionali anticipati del latte 2018 e rispetto al 2017
In € per 100 kg di latte standard, consegna annuale 1.000.000 kg

Variazioni di prezzo a novembre 2018 (100 € al kg rispetto al mese precedente) e ulteriori informazioni per società

Milcobel: invariato

Muller: +0,5
DMK Deutsches Milchkontor eG: invariato e dicembre -1,0
Hochwald eG: +1,0

Arla: invariato, dicembre -1,0 e gennaio -1,5

Valio: invariato
I prezzi del latte di Valio si basano sulle dichiarazioni sul latte di una delle sue cooperative associate.

Savencia: novembre e dicembre invariati
Danone: (prezzo A): -0,4
Lactalis: novembre e dicembre invariati.
Sodiaal (prezzo A): -1,5

Dairy Crest: +0,1, 1,2 dicembre a causa di un inferiore bonus di stagionalità e una svalutazione della sterlina britannica rispetto all’euro. -1,6 a gennaio a causa della scadenza del bonus stagionale e a febbraio -1,0 a causa di un calo dei prezzi (-0,5 ppl) e del ritiro del pagamento supplementare per condizioni meteorologiche estreme (-0,5 ppl).

Dairygold: invariato
Glanbia Ingredients Ireland: -0,2
Glanbia ha ridotto il prezzo base di 2 cent/L a novembre, ma allo stesso tempo ha introdotto un bonus coop di 2 centesimi al litro. Per il latte standard ciò comporta una riduzione del prezzo di 0,2 nel bilancio. Il prezzo del latte calcolato è esclusivo di un bonus stagionale.
Kerry: invariato

Granarolo: invariato fino a dicembre incluso.

Royal A-ware: -1,5, dicembre invariato e a gennaio -1,0
FrieslandCampina: -0,7, dicembre invariato e gennaio -1,0

MEDIA: +0,16

Emmi: -3,6 a causa della scadenza del bonus stagionale, dicembre +0,5 a causa di un leggero aumento del prezzo B combinato con un tasso di cambio leggermente più basso per il franco svizzero rispetto all’euro.

Fonterra: [informazione mancante]
Il prezzo del latte calcolato si basa sulla previsione più recente (6 dicembre 2018) per la stagione corrente di un prezzo del latte di 6,00-6,30 più un dividendo previsto di 0,25-0,35 o 6,45 NZD per kg di solidi del latte (MS).

USA: -2.0
Espresso in dollari, il prezzo del latte di classe III negli Stati Uniti è sceso da 15,53 $ a ottobre a 14,44 $ per cwt (peso a cento (45,36 kg)) a novembre. A dicembre questo prezzo del latte scenderà ulteriormente a 13,78 $ per cwt. Per l’anno solare 2018 il prezzo del latte di classe III è di 14,61 $ per cwt. Si tratta di un calo di quasi il 10%, perché nel 2017 il prezzo del latte di classe III era di 16,17 $ per cwt.

Situazione di mercato

(Fonte: ZuivelNL www.zuivelnl.org)

Quotazioni ufficiali olandesi per i prodotti lattiero-caseari (€ per 100 kg)

Nell’UE c’è stata una stagnazione delle consegne del latte da agosto, che sembra essere il risultato della grave siccità dell’estate. Nei mesi di settembre e ottobre, il volume è leggermente diminuito. L’offerta di latte in Germania, Francia e Italia è diminuita in ottobre. Striking è la forte ripresa in Irlanda da agosto. In ottobre il volume è addirittura aumentato del 20%.
La Nuova Zelanda e i paesi sudamericani Argentina ed Uruguay hanno registrato una crescita della produzione di latte in ottobre. La Nuova Zelanda in particolare ha mostrato un netto aumento in questo mese. Negli Stati Uniti, la crescita è stata a lungo al di sotto del tasso di crescita a lungo termine (1,6%). Questo tasso di crescita non è stato raggiunto in ottobre. L’Australia ha registrato un calo per il quinto mese consecutivo. Attualmente, il mercato del burro è molto silenzioso. C’è bassa attività sia da parte delle vendite che degli acquisti. Il calo dei prezzi del burro sembra essersi fermato per il momento. La quotazione del latte scremato in polvere è aumentata ulteriormente a dicembre. Il livello di prezzo è ora di 173,00 € e sopra il livello del prezzo di intervento. Nonostante la vendita di grandi quantità di polvere da intervento da metà ottobre (quasi 150 mila tonnellate), rimane un solido fondo nel mercato. Il calo della quotazione del latte intero in polvere si è interrotto dalla fine di ottobre. I prezzi sono leggermente aumentati a dicembre. Tuttavia, il prodotto europeo è ancora troppo costoso per il mercato mondiale, sul quale la Nuova Zelanda e il Sud America sono particolarmente competitivi.

 

Tutti i prezzi sono IVA esclusa, pagati ai produttori e assumendo che il latte venga raccolto a giorni alterni.
1) Esclusivo del pagamento supplementare più recente
2) Media aritmetica
3) In base alle previsioni più recenti
4) Basato sulle dichiarazioni USDA

 

Tutti i prezzi sono IVA esclusa, pagati ai produttori e assumendo che il latte venga raccolto a giorni alterni.
1) Esclusivo del pagamento supplementare più recente
2) Media aritmetica
3) In base alle previsioni più recenti
4) Basato sulle dichiarazioni USDA

 

Fonte: LTO International Milk Price Comparison (www.milkprices.nl)

Print Friendly, PDF & Email
Di |2019-01-14T11:51:32+02:0014 Gennaio 2019|Categorie: News|Tags: , , , , , , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento