Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione un aggiornamento della disciplina per l’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento nelle zone vulnerabili.

Con DGR n. 500 del 30.08.2023 (disponibile QUI), pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania numero 64 del 08/09/2023, sono state adottate le misure aggiuntive al Programma d’azione per le zone vulnerabili all’inquinamento da nitrati di origine agricola, ai fini della risoluzione del contenzioso comunitario, legato alla Procedura d’infrazione n. 2018/2249 per violazione degli obblighi dettati dalla Direttiva n. 91/676/CEE, ovvero la cosiddetta “Direttiva Nitrati”.

In sintesi, le misure aggiuntive inserite riguardano, principalmente:

  • un ampliamento delle fasce di divieto di spandimento degli effluenti e dei fertilizzanti in prossimità di corsi d’acqua superficiali con uno stato ecologico scadente;
  • l’utilizzo di modalità di spandimento più efficienti, in funzione delle pendenze dei terreni oggetto dello spandimento;
  • l’obbligo della conoscenza del contenuto di nitrati presenti nelle acque irrigue per l’elaborazione del piano di concimazione aziendale;
  • nonché l’obbligo di praticare nel periodo autunno-vernino colture di copertura su parte della superficie aziendale.

Resta confermato tutto quanto altro disposto dalla DGR n. 585/2020.

Fonte: Regione Campania