La Regione Marche intende sostenere le aziende che allevano ovicaprini e che impiegano cani da guardiania per la difesa delle greggi dagli attacchi dei lupi. Per fare questo ha stanziato una dotazione finanziaria di 100.000 euro,  e previsto di concedere un sostegno,  in forma di contributo una tantum in regime di aiuto di Stato in “de minimis” nel settore agricolo, ai beneficiari che dimostrano di avere dei cani da guardiania iscritti all’anagrafe canina.

Si tratta di una misura complementare per ridurre il conflitto allevatore/lupo ed è individuata dal bando intitolato: “Misure complementari per sostenere la difesa delle greggi dagli attacchi dei lupi”.

I requisiti per accedere, riguardano il beneficiario e l’impresa. Per quel che concerne il soggetto beneficiario, deve dimostrare di:

  • essere iscritto all’anagrafe delle aziende agricole;
  • essere imprenditore agricolo che opera nel settore zootecnico;
  • essere in regola con il versamento dei contributi INPS.

In merito all’impresa, vengono definite una serie di condizioni per presentare domanda, tra cui:

  1. avere Partita Iva con codice attività agricola;
  2. essere iscritta alla Camera di Commercio con codici ATECO agricoli;
  3. avere una consistenza non inferiore a 50 capi ovicaprini iscritti alla Banca Dati Nazionale zootecnica (BDN), alla data di presentazione della domanda;
  4. aver minimo n. 2 cani da guardiania ( = cani pastore da lavoro delle razze Pastore Maremmano Abruzzese (conosciuto anche come Pastore abruzzese, Mastino abruzzese o Cane da gregge), Pastore dei Pirenei o loro incroci – verificati come idonei dalla Regione Marche), risultanti iscritti all’anagrafe canina a nome del beneficiario.
  5. non essere imprese in difficoltà a seguito dell’epidemia di COVID-19;
  6. non avere condanne penali.

L’intervento consiste nel pagamento di un aiuto “una tantum” per sostenere le aziende che allevano ovicaprini e che impiegano cani da guardiania per la difesa delle greggi dagli attacchi dei lupi. L’entità del sostegno è fissato per azienda che alleva ovicaprini in relazione alla dimostrazione dell’impiego del n. di cani da guardiania impiegati per la difesa delle greggi dagli attacchi dei lupi sul territorio della Regione Marche. I cani da guardiania debbono avere almeno n. 180 giorni di età.

Il valore da corrispondere alla impresa per ciascun cane da guardiania ammissibile sarà calcolato dividendo le risorse disponibili con il totale dei cani da guardiani ammissibili e comunque non potrà essere superiore a 500,00 euro. Per ciascuna impresa beneficiaria l’importo massimo concedibile non potrà essere superiore a 5.000,00 euro.

Non sono previsti criteri di selezione delle domande, e l’istanza dovrà essere presentata esclusivamente su SIAR (disponibile QUI) a partire dal giorno 14 novembre 2023 e fino al giorno martedì 28 novembre 2023, termine perentorio.

Per approfondire i dettagli sulla documentazione da allegare e l’iter di istruttoria che verrà seguito, è possibile consultare il testo completo cliccando QUI!

Fonte: Regione Marche

Print Friendly, PDF & Email