Riunione del Consiglio UE “Agricoltura e pesca” sulla riforma della PAC: i risultati principali

//Riunione del Consiglio UE “Agricoltura e pesca” sulla riforma della PAC: i risultati principali

Riunione del Consiglio UE “Agricoltura e pesca” sulla riforma della PAC: i risultati principali

Principali risultati

La presidenza ha presentato le sue priorità e il suo programma, il cui obiettivo principale sarà garantire la coesione in quanto valore europeo comune.

Nel settore dell’agricoltura, la principale priorità della presidenza rumena sarà negoziare il pacchetto legislativo relativo alla riforma della politica agricola comune (PAC), nel contesto del nuovo quadro finanziario pluriennale 2021-2027. Tra le altre priorità vi saranno la bioeconomia, l’innovazione e la ricerca agricola, le proteine vegetali, la salute delle piante e degli animali.

Nel settore della pesca la presidenza continuerà i lavori relativi ai piani di gestione pluriennali e al Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP), nonché alla dimensione esterna della politica comune della pesca.

Pacchetto di riforma della PAC post-2020

“La politica agricola comune contribuisce notevolmente ad aumentare la coesione delle zone rurali e a preservare la vitalità e la competitività dell’agricoltura europea. Ecco perché è così importante che la PAC sia moderna e ben funzionante: ci impegneremo a fondo per ottenere questo risultato.”

Petre Daea, ministro dell’agricoltura e dello sviluppo rurale della Romania e presidente del Consiglio

Il Consiglio ha avuto uno scambio di opinioni sul nuovo modello di attuazione proposto nel pacchetto di riforma della PAC post-2020, concentrandosi in particolare su elementi quali la scadenza annuale, un approccio progressivo verso i target e le eventuali deviazioni. I ministri hanno inoltre discusso della riserva agricola e della disciplina finanziaria.

Riguardo all’organizzazione comune dei mercati, il Consiglio ha discusso delle disposizioni relative ai prodotti vitivinicoli e in particolare dell’eventuale apertura del mercato a nuove varietà di uve da vino. Infine, la Commissione ha informato i ministri in merito all’architettura verde.

In tale contesto, un gruppo di delegazioni ha comunicato al Consiglio l’auspicio di disporre di adeguati finanziamenti per lo sviluppo rurale nell’ambito del prossimo quadro finanziario pluriennale.

Piano UE per le proteine vegetali

“Siamo fermamente convinti della necessità di adottare iniziative concrete e di effettuare investimenti per sostenere la crescita di un settore essenziale nell’alimentazione sia dell’uomo sia degli animali.”

Petre Daea, ministro dell’agricoltura e dello sviluppo rurale della Romania e presidente del Consiglio

Il Consiglio è stato informato riguardo alla relazione della Commissione sullo sviluppo delle proteine vegetali nell’Unione europea e ha esaminato le modalità con cui se ne potrebbe intensificare la produzione in modo sostenibile sul piano economico e ambientale. Sono stati esaminati in particolare aspetti pratici e potenziali opportunità, nonché il ruolo del sostegno accoppiato facoltativo.

Altri temi all’ordine del giorno

I ministri sono stati inoltre informati circa:

  • l’esito della conferenza sull’eradicazione della peste suina africana nell’UE e sulla gestione a lungo termine delle popolazioni di cinghiali.
  • l’istituzione di un centro internazionale di ricerca di soluzioni alla resistenza antimicrobica.
  • la questione del doppio standard qualitativo dei prodotti alimentari.

Documenti preparatori

 

 

Fonte:  Consiglio europeo – Consiglio dell’Unione europea

Print Friendly, PDF & Email
Di |2019-01-31T12:42:46+02:001 Febbraio 2019|Categorie: News|Tags: , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento