Sistema di anticipazione delle somme dovute agli agricoltori nei regimi di sostegno PAC, ecco il DM Mipaaft

//Sistema di anticipazione delle somme dovute agli agricoltori nei regimi di sostegno PAC, ecco il DM Mipaaft

Sistema di anticipazione delle somme dovute agli agricoltori nei regimi di sostegno PAC, ecco il DM Mipaaft

Il Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo ha pubblicato il DM 3 giugno 2019, prot. 5932 – Sistema di anticipazione delle somme dovute agli agricoltori nell’ambito dei regimi di sostegno previsti dalla PAC di cui al reg. (UE) n. 1307/2013 – campagna 2019. In attuazione dell’articolo 10-ter del decreto legge 29 marzo 2019 n. 27, convertito nella legge 21 maggio 2019 n. 44 (Emergenze in agricoltura), gli Organismi Pagatori riconosciuti possono disporre l’attivazione della prevista anticipazione in regime de minimis.

L’art. 2 del DM stabilisce le Modalità di attivazione per l’erogazione dell’anticipazione, che avviene attraverso movimenti sulla liquidità messa a disposizione dalMinistero dell’Economia e delle Finanze. Nell’ambito dell’anticipazione, l’aiuto de minimis ad essa connesso è calcolato sulla base del tasso di interesse definito in osservanza della Comunicazione della Commissione (2008/C 14/02), relativa alla revisione del metodo di fissazione dei tassi di riferimento e di attualizzazione.

Ai sensi dell’art. 3, la modalità di compensazione dell’anticipazione effettuata è operata mediante trattenuta del relativo importo in sede di erogazione degli aiuti corrisposti ai beneficiari della Domanda Unica della relativa campagna. L’art. 4 definisce invece la base di calcolo: in particolare, per la determinazione dell’importo dell’anticipazione, fissato al 50% dei pagamenti diretti di cui all’allegato I del regolamento (UE) n. 1307/2013, si considerano le misure per le quali sono stati finalizzati i controlli amministrativi di ammissibilità entro la data di scadenza del pagamento di cui all’articolo 10-ter, comma 1, della Legge tenendo conto degli importi risultati ammissibili all’aiuto. L’art. 4, comma 2 esclude dalla base di calcolo le superfici dichiarate in domanda unica a pascolo, per le quali alla data di scadenza del pagamento dell’aiuto di cui al comma 1 non è possibile effettuare gli specifici controlli.

Le condizioni di ammissibilità sono definite all’art. 5. Nello specifico, non si procede alla concessione dell’anticipazione nei confronti di:

  • soggetti aventi una situazione debitoria con importi esigibili nel Registro nazionale debiti o nel Registro debitori dell’Organismo Pagatore e non esigibili ma comunque conosciuti dall’Organismo Pagatore;
  • soggetti con provvedimenti di sospensione dei pagamenti attivati dall’Organismo Pagatore;
  • soggetti con trasferimenti dei titoli in qualità di cedente non perfezionati al momento della concessione del finanziamento.

Inoltre, non si procede all’anticipazione nel caso in cui l’importo dell’aiuto non trovi piena capienza dalle risultanze della consultazione del Registro nazionale aiuti di Stato. L’anticipazione non è concessa qualora l’importo di cui all’art. 4 sia inferiore a 750 euro.

L’ar. 6 dettaglia le modalità di presentazione delle domande: normalmente, le domande vanno presentate contestualmente alla domanda unica entro e non oltre il 15 maggio di ogni anno per poter essere considerate valide ai fini dell’erogazione dell’anticipo. In presenza di eventuali proroghe dei termini concesse dalla Commissione Europea per la presentazione della domanda unica, l’eventuale proroga ha valore solo per la domanda unica e non per la domanda di anticipazione. Nel primo anno di attuazione, in deroga a quanto previsto al comma 1, la domanda di anticipazione può essere presentata successivamente alla presentazione della domanda unica e comunque non oltre il 20 giugno 2019. Non sono concesse anticipazioni sulle domande uniche interessate da domanda di modifica ai sensi dell’art. 15 del Reg. UE n. 809 /2014 pervenute oltre la data stabilita al comma 1 e, per l’anno 2019, al comma 2.

Il testo completo è disponibile al link riportato qui di seguito:

DM 3 giugno 2019, prot. 5932 – Sistema di anticipazione delle somme dovute agli agricoltori nell’ambito dei regimi di sostegno previsti dalla PAC di cui al reg. (UE) n.1307/2013 – campagna 2019

Print Friendly, PDF & Email
Di |2019-06-10T12:08:54+02:0011 Giugno 2019|Categorie: Leggi & Norme|Tags: , , , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento