Sistemi alternativi alla separazione precoce vacca-vitello: in Italia si può fare latte così etico?

//Sistemi alternativi alla separazione precoce vacca-vitello: in Italia si può fare latte così etico?

Sistemi alternativi alla separazione precoce vacca-vitello: in Italia si può fare latte così etico?

La gestione degli allevamenti di bovine da latte è all’alba di una profonda riconversione stimolata dalla necessità di ormai buona parte dei consumatori di preoccuparsi di assicurare alle bovine una vita dignitosa e della salvaguardia dell’ambiente.

Tra i vari temi riconducibili al rispetto dei diritti delle bovine di fare una vita il più simile a quella che avrebbero fatto in natura c’è la separazione del vitello dalla madre che negli allevamenti della bovine da latte avviene immediatamente dopo il parto per innumerevoli ragioni.

In una ricerca pubblicata da Alice Brombin, dell’Università di UNAM (Messico), e Andrea Pezzulo e Marta Brščić dell’Università di Padova, dal titolo originale “Are we ready for the big change in the dairy production system?” e pubblicata su Reaserach in Veterinary Science 126 (2019) 17-19, viene trattato l’argomento. Riportiamo di seguito una sinossi dell’articolo.

Un gruppo di ricerca dell’Università di Padova, in collaborazione con esperti afferenti alla Statale di Milano, sta svolgendo un’indagine sull’attitudine verso i sistemi alternativi alla separazione precoce vacca-vitello nell’allevamento della bovina da latte. Il progetto finanziato dall’ateneo Patavino parte ponendosi numerose domande, tra cui quale è la percezione da parte di diverse figure nel settore dei bovini da latte verso i sistemi alternativi alla separazione precoce vacca-vitello e quale è il loro potenziale di fattibilità e applicabilità negli allevamenti Italiani.

Da un lato, lo stato dell’arte volge verso una maggiore consapevolezza da parte dei consumatori delle produzioni animali e una crescente richiesta di alimenti di origine animale prodotti in modo etico nel rispetto del benessere animale e dell’ambiente. Dall’altro lato, le recenti campagne pubblicitarie di alcuni prodotti di origine animale aumentano la difficoltà dei consumatori a discernere le informazioni in etichetta e creano aspettative nei confronti di tutti gli altri settori. Una recente pubblicazione di Brombin e collaboratori (2019) analizza alcuni aspetti da considerare per un’evoluzione del settore della bovina da latte, interrogandosi su quanto i diretti portatori di interesse possano essere pronti ad affrontare importanti cambiamenti come la riduzione della produzione in termini di latte conferito al fine del mantenimento di vitelli sotto madre per periodi prolungati in nuovi sistemi ibridi. Altri gruppi di ricerca nel Nord Europa, Canada e Australia hanno evidenziato gli effetti negativi della separazione precoce e le deprivazioni di vacca e vitello (Flower e Weary, 2001; Johnsen e coll., 2018; Rushen e coll., 2016; von Keyserlingk e Weary, 2007) e stanno studiando i diversi sistemi alternativi alla separazione precoce enfatizzando i molti aspetti che sono ancora da ricercare (Johnsen et al., 2016). Secondo Cardoso e collaboratori (2019), un altro importante fattore da considerare è la differente visione dell’allevamento e delle problematiche associate al benessere animale da parte di cittadini, allevatori, e consulenti (veterinari, agronomi, etc.) facendo emergere la necessità di ponti comunicativi tra questi. Se a queste figure associamo la parte commerciale del latte e dei derivati, potremmo facilmente dedurre che il settore ha bisogno di approcci multidisciplinari e di un’attenzione in più agli sprechi.

Bibliografia

Brombin, A., Pezzuolo, A., Brščić, M. 2019. Are we ready for the big change in the dairy production system? Research in Veterinary Science. 126. 17-19.

Cardoso, CS, von Keyserlingk MAG, Hötzel, MJ. 2019. Views of dairy farmers, agricultural advisors, and lay citizens on the ideal dairy farm. J. Dairy Sci. 102:1811–1821.

Flower, FC, Weary, DM. 2001. Effects of early separation on the dairy cow and calf: 2. Separation at 1 day and 2 weeks after birth. Appl Anim Behav Sci 70: Pages: 275-284.

Johnsen, JF; Mejdell, CM, Beaver, A, de Passillé, AM, Rushen, J, Weary, DM. 2018. Behavioural responses to cow-calf separation: the effect of nutritional dependence. Appl Anim Behav Sci.

Rushen, J; Wright, R; Johnsen, JF; et al. 2016. Reduced locomotor play behaviour of dairy calves following separation from the mother reflects their response to reduced energy intake. Appl Anim Behav Sci.Volume: 177: 6-11.

von Keyserlingk, MAG; Weary, DM. 2007. Maternal behavior in cattle. Horm. Behav. 52, 106-113.

Weary, DM; Chua, B. 2000. Effects of early separation on the dairy cow and calf 1. Separation at 6 h, 1 day and 4 days after birth. Appl Anim Behav Sci Volume: 69: 177-188.

 

Are we ready for the big change in the dairy production system?

Brombin A.1, Pezzuolo A.2, Brščić M.3

1 University UNAM, Mexico, Institute of Anthropological Research (IIA), Circuito Exterior, Ciudad Universitaria, Coyoacán México, 04510 Distrito Federal, CDMX, Mexico.
2 University of Padova, Department of Land, Environment, Agriculture and Forestry (TESAF), Viale dell’Università 16, 35020 Legnaro (PD), Italy.
3 University of Padova, Department of Animal Medicine, Production and Health (MAPS), Viale dell’Università 16, 35020 Legnaro (PD), Italy.

DOI: 10.1016/j.rvsc.2019.08.006

Print Friendly, PDF & Email

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento