Regione Puglia: approvato il bando della Misura 22 “Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori e PMI particolarmente colpiti dall’impatto dell’invasione russa dell’Ucraina”.

L’Avviso, con una dotazione finanziaria pari a 7,5 milioni di euro, è finalizzato al sostegno delle imprese agricole pugliesi particolarmente colpite dall’impatto dell’invasione russa dell’Ucraina. È previsto il pagamento una tantum di un contributo finanziario volto a sostenere la liquidità delle imprese agricole operanti nei settori della produzione di carne (bovina, bufalina, ovicaprina) e latte (bufalino o ovicaprino) in quanto settori maggiormente colpiti dalla crisi. Possono accedere al finanziamento gli imprenditori agricoli ai sensi dell’articolo 2135 c.c. aventi le seguenti caratteristiche:
a) iscrizione al Registro delle Imprese con codice ATECO 01.4 “Allevamento di animali” o ATECO 01.5 “Coltivazioni agricole associate all’allevamento di animali (attività mista)”;
b) possesso di animali nel patrimonio aziendale iscritti nell’anagrafe nazionale (BDN).

I beneficiari potranno ottenere un contributo una tantum da un minimo di 3mila euro ad un massimo di 15mila euro. Per tutti i dettagli consulta il bando QUI.

Regione Campania, 23 milioni alle imprese agricole per la crisi in Ucraina. Ecco la pre-informativa del bando 22.1.1

La Regione Campania ha pubblicato la pre-informativa del bando, di prossima emanazione, della tipologia d’intervento 22.1.1 “Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori particolarmente colpiti dalle conseguenze dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia” nell’ambito del periodo transitorio del Psr. “L’invasione russa dell’Ucraina – si legge della pre- informativa – ha sconvolto i mercati energetici ed agricoli determinando in tutti i comparti produttivi forti difficoltà economiche a causa dell’aumento dei prezzi dei fattori di produzione, in particolare per un rapido e significativo aumento dei prezzi dell’energia, dei concimi e dei mangimi. Le imprese campane sono state particolarmente colpite da tale situazione emergenziale, che si aggiunge, in termini di effetti, alla crisi innescata dall’epidemia da Covid-19. Con la presente tipologia di intervento si intende concedere un pagamento forfettario quale contributo finanziario a tutela dei comparti produttivi colpiti dalla crisi economica derivata dall’invasione russa dell’Ucraina”. La dotazione finanziaria messa a bando sarà pari a 23,3 milioni di euro, di cui il 60,5% a carico del Fondo europeo agricolo europeo per lo sviluppo rurale (Feasr). Si precisa che la tipologia d’intervento 22.1.1 non è ancora attivata in quanto l’Amministrazione regionale è in attesa dell’approvazione, da parte della Commissione europea, della versione del Psr Campania che contiene la scheda di misura 22. Pertanto la pre-informativa è stata emanata sotto condizione, in attesa della suddetta approvazione. Clicca QUI per ulteriori approfondimenti.

Regione Lazio: al via un nuovo servizio di help desk dedicato alla costituzione di Comunità Energetiche Rinnovabili (CER), un’iniziativa di Arsial nell’ambito del progetto AgroRes.

Prende ufficialmente il via il servizio di help desk previsto dal piano d’azione del progetto Interreg Europe Agrores Investing in Renewable Energies for Agriculture (AgroRES). L’help desk è stato istituito nell’ambito del progettoAgroRES, con l’obiettivo di supportare le comunità rurali nella costituzione delle CER (comunità energetiche rinnovabili), con un servizio di assistenza tecnica, finanziaria e amministrativa. A tal fine, è stata attivata la casella di posta agroreslazio@arsial.it per l’invio di richieste e quesiti. La presentazione ufficiale del servizio di help desk è in programma il prossimo giovedì 26 gennaio alle 15:00 nella sede Arsial di Roma, in via Lanciani n. 38, in un incontro pubblico in modalità mista (in presenza su invito e a distanza su piattaforma Webex) all’interno del quale sarà ospitato un focus sui Biodistretti del Lazio. Durante l’incontro saranno approfonditi, inoltre, gli aspetti legati all’Avviso Pubblico per la realizzazione di studi di fattibilità tecnico-economica delle comunità energetiche rinnovabili nel Lazio (CER), approvato dalla Direzione Infrastrutture della Regione Lazio con determinazione n. G18124 del 19 dicembre 2022, pubblicata sul BUR Lazio n. 105 del 22 dicembre 2022, in scadenza a febbraio 2023. Per consultare il programma cliccare QUI!

Print Friendly, PDF & Email