efficacia

/%1$s al %2$s efficacia

Sicurezza ed efficacia del seleniato di sodio come additivo per mangimi destinati a ruminanti

Abstract In seguito ad una richiesta della Commissione Europea, ad EFSA è stata chiesto di fornire un parere scientifico sulla sicurezza e sull'efficacia del seleniato di sodio come additivo per mangimi per ruminanti somministrato tramite [...]

Resistenza agli antielmintici nei bovini: una revisione sistematica e una meta-analisi

INTRODUZIONE Le infezioni causate da nematodi gastro-intestinali (GIN) in allevamenti estensivi possono causare gravi problemi economici (Demeler et al., 2009). Questo fatto può essere attribuito all'indebolimento della salute dell'animale a causa della presenza di GIN, con [...]

Parliamo di lieviti vivi con chi li produce

Il 29 Dicembre 2017 abbiamo pubblicato tra le news di Ruminantia un articolo dal titolo “Servono i lieviti nell’alimentazione dei ruminanti? Meglio vivi o spenti". Ci ha spinto a fare questa revisione narrativa il fatto [...]

Efficacia dei trattamenti collettivi per la prevenzione ed il trattamento della dermatite digitale bovina: una revisione sistematica della letteratura – Parte II

La revisione sistematica eseguita in questo lavoro riassume la letteratura al momento disponibile sull’effetto dei trattamenti collettivi (CT) per la prevenzione e la terapia delle lesioni da dermatite digitale (DD) nelle bovine da latte. I [...]

Efficacia dei trattamenti collettivi per la prevenzione ed il trattamento della dermatite digitale bovina: una revisione sistematica della letteratura – Parte I

La dermatite digitale bovina (DD) è una malattia contagiosa ad eziologia multifattoriale con distribuzione cosmopolita, caratterizzata da lesioni ulcerative e dolorose localizzate sulla cute della regione del piede. La condizione è inoltre associata a zoppia, [...]

Identificazione dei fattori che influenzano l’efficacia del dipping per capezzoli attraverso meta-analisi di trial clinici – Parte II

Nel modello ad esposizione naturale ai mastidogeni Corynebacterium spp. rappresentava il patogeno con il maggiore tasso di nuove infezioni mammarie, indipendentemente dal protocollo sperimentale e dalle procedure impiegate dopo la mungitura. Gli streptococchi ambientali e [...]