Toscana, PSR 2014-2020 e trascinamenti PSR 2007- 2013: proroga dei termini per la presentazione delle domande 2018

//Toscana, PSR 2014-2020 e trascinamenti PSR 2007- 2013: proroga dei termini per la presentazione delle domande 2018

Toscana, PSR 2014-2020 e trascinamenti PSR 2007- 2013: proroga dei termini per la presentazione delle domande 2018

REGIONE TOSCANA

Direzione Agricoltura e Sviluppo Rurale Settore Forestazione. Usi Civici. Agroambiente

DECRETO 9 maggio 2018, n. 6923 certificato il 09-05-2018

PSR 2014-2020 e trascinamenti del PSR 2007- 2013. Proroga dei termini per la presentazione delle domande 2018 delle misure a capo e a superficie.

IL DIRIGENTE

Visto il Regolamento (UE) n. 1305/2013, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR);

Visto il regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune e che abroga i regolamenti del Consiglio (CEE) n. 352/78, (CE) n. 165/94, (CE) n. 2799/98, (CE) n. 814/2000, (CE) n. 1290/2005 e (CE) n. 485/2008;

Visti i regolamenti della Commissione:

– Regolamento delegato (UE) n. 807/2014 che integra il regolamento (UE) 1305/2013

– Regolamento di esecuzione (UE) n. 808/2014 che reca modalità applicative del regolamento (UE) 1305/2013

– Regolamento delegato (UE) n. 640/2014 che integra il regolamento (UE) 1306/2013

– Regolamento di esecuzione (UE) n. 809/2014 che reca modalità applicative del regolamento (UE) 1306/2013

– Regolamento (UE) 2017/2393 cosiddetto omnibus;

Vista la Delibera n. 1381 del 11/12/2017 Reg. (UE) n. 1305/2013 -FEASR- Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 della Regione Toscana: presa d’atto della versione 5.1 del programma approvato dalla Commis- sione europea con decisione CE n. 7705 C(2017) del 14 novembre 2017;

Visti i trascinamenti degli impegni quinquennali relativi alle misure 214, 221, 223 e 225 della precedente programmazione 2007-2013 e gli impegni quinquennali relativi alle misure 10 e 11 del PSR 2014-2020 in essere;

Dato atto che coloro che hanno in corso un impegno quinquennale, di cui alle seguenti misure/sottomisure/azioni/tipi di operazione, hanno l’obbligo di presentare la domanda di pagamento annua entro il 15 maggio 2018:

– sottomisura 214a “Pagamenti agroambientali” del PSR 2007 – 2013

– sottomisura 214b, azione b.1 “Conservazione di risorse genetiche animali per la salvaguardia della biodi- versità” del PSR 2007 – 2013

– misura 221 “Imboschimento di terreni agricoli” del PSR 2007 – 2013

– misura 223 “Imboschimento di superfici non agri- cole” del PSR 2007 – 2013

– misura 225 “Pagamenti per interventi silvo-ambien- tali” del PSR 2007 – 2013

– misura 11 “Agricoltura biologica” del PSR 2014- 2020

– tipo di operazione 10.1.4 “Conservazione di risorse genetiche animali per la salvaguardia della biodiversità” del PSR 2014-2020

– tipi di operazione 10.1.1 “Conservazione del suolo e della sostanza organica”, 10.1.2 “Miglioramento della gestione degli input chimici e idrici”, 10.1.3 “Miglioramento di pascoli e prati-pascolo con finalità ambientali”, 10.1.5 “Coltivazione delle varietà locali naturalmente adattate alle condizioni locali, a rischio di estinzione” del PSR 2014-2020;

Dato altresì atto che per la sottomisura 13.1 “Indennità compensative in zone montane” di cui al D.D. 3904 del 19.03.2018 e il tipo di operazione 10.1.4 “Conservazione di risorse genetiche animali per la salvaguardia della biodiversità” di cui al D.D 4382 del 28.03.2018, il termine ultimo per la presentazione delle domande di aiuto (valevoli anche come domande di pagamento in caso di ammissione al beneficio) è fissato al 15 maggio 2018;

Preso atto che il termine del 15 maggio è stabilito dal regolamento di esecuzione (UE) n. 809/2014 re- cante modalità di applicazione del regolamento (UE) n. 1306/2013 per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo, le misure di sviluppo rurale e la condizionalità, art. 13 “Termine ultimo per la presentazione della domanda unica, delle domande di aiuto o delle domande di pagamento”;

Preso atto della nota inviata per mail dal Mipaaf in data 03.05.2018 in cui si rende noto che al Comitato Congiunto Pagamenti e Sviluppo Rurale, svoltosi a Bruxelles il 26 aprile 2018, è stata approvata la bozza di regolamento di proroga della domanda unica e delle domande di aiuto e pagamento per l’annualità in corso dal 15 maggio al 15 giugno 2018;

Ritenuto quindi opportuno, nell’imminenza della scadenza della presentazione delle domande e nelle more dell’approvazione del regolamento di modifica, di prorogare la presentazione delle domanda di aiuto e di pagamento di cui ai paragrafi precedenti, al 15 giugno 2018;

Ritenuto altresì necessario stabilire che la suddetta proroga è comunque condizionata alla formalizzazione dell’approvazione della relativa modifica al Regolamento (UE) n. 809/2014 da parte della Commissione europea;

Considerato opportuno ribadire, per la sottomisura 13.1 “Indennità compensative in zone montane” di cui al D.D. 3904 del 19.03.2018, che l’ammissibilità delle superfici deve comunque essere dimostrata a partire dal 15 maggio 2018 e che la decorrenza dell’impegno è 15 maggio 2018 -14 maggio 2019;

Ritenuto necessario stabilire, per il tipo di operazione 10.1.4 “Conservazione di risorse genetiche animali per la salvaguardia della biodiversità” di cui al D.D 4382 del 28.03.2018, che l’allevamento dei capi oggetto della domanda di aiuto deve comunque essere dimostrato a partire dal 15 maggio 2018 e che la decorrenza dell’im- pegno è 15 maggio 2018 – 14 maggio 2023;

Visto il regolamento (CE) n. 834/2007 del Consiglio del 28 giugno 2007 e successive modifiche, relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici e che abroga il regolamento (CEE) n. 2092/91;

Visto il reg. (CE) n. 889/2008, recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 834/2007 relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici, per quanto riguarda la produzione biologica, l’etichettatura e i controlli, che all’art. 71 prevede che ogni anno, entro la data indicata dall’autorità competente, l’operatore comunica, a tale autorità o all’organismo di controllo, le informazioni previsionali delle produzioni;

Visto il decreto dirigenziale n. 1940 del 15/02/2018: “Reg. (CE) n. 834/2007. Presentazione del programma annuale di produzione con metodo biologico. Modifica decreto n. 969/2018” che prorogava la presentazione del programma annuale di produzione con metodo biologico al 15 maggio 2018;

Preso atto che la Commissione Politiche Agricole del 3 maggio scorso esprime la raccomandazione di prevedere la proroga al 15 giugno 2018 del termine di presentazione dei programmi annuali di produzione con metodo biologico;

Ritenuto opportuno, nell’imminenza della scadenza della presentazione dei programmi annuali di produzione con metodo biologico, di prorogare la presentazione degli stessi al 15 giugno 2018;

DECRETA

1. di prorogare al 15 giugno 2018 la scadenza dei termini di presentazione delle domande di pagamento di cui alle seguenti misure/sottomisure/azioni/tipi di operazione per gli impegni ancora in essere:

– sottomisura 214a “Pagamenti agroambientali” del PSR 2007 – 2013

– sottomisura 214b, azione b.1 “Conservazione di risorse genetiche animali per la salvaguardia della bio- diversità” del PSR 2007 – 2013

– misura 221 “Imboschimento di terreni agricoli” del PSR 2007 – 2013

– misura 223 “Imboschimento di superfici non agricole” del PSR 2007 – 2013

– misura 225 “Pagamenti per interventi silvo-am- bientali” del PSR 2007 – 2013

– misura 11 “Agricoltura biologica” del PSR 2014- 2020

– tipo di operazione 10.1.4 “Conservazione di risorse genetiche animali per la salvaguardia della biodiversità” del PSR 2014-2020

– tipi di operazione 10.1.1 “Conservazione del suolo e della sostanza organica”, 10.1.2 “Miglioramento della gestione degli input chimici e idrici”, 10.1.3 “Miglioramento di pascoli e prati-pascolo con finalità ambientali”, 10.1.5 “Coltivazione delle varietà locali naturalmente adattate alle condizioni locali, a rischio di estinzione” del PSR 2014-2020;

2. di prorogare al 15 giugno 2018 la scadenza dei termini di presentazione delle domande di aiuto/pagamento per la sottomisura 13.1 “Indennità compensative in zone montane” di cui al D.D. 3904 del 19.03.2018 e per il tipo di operazione 10.1.4 “Conservazione di risorse genetiche animali per la salvaguardia della biodiversità” di cui al D.D 4382 del 28.03.2018;

3. di stabilire, per la sottomisura 13.1 “Indennità compensative in zone montane” di cui al D.D. 3904 del 19.03.2018, che l’ammissibilità delle superfici deve comunque essere dimostrata a partire dal 15 maggio 2018 e che la decorrenza dell’impegno è 15 maggio 2018 – 14 maggio 2019;

4. di stabilire, per il tipo di operazione 10.1.4 “Conservazione di risorse genetiche animali per la salvaguardia della biodiversità” di cui al D.D 4382 del 28.03.2018, che l’allevamento dei capi oggetto della domanda di aiuto deve comunque essere dimostrato a partire dal 15 maggio 2018 e che la decorrenza dell’impegno è 15 maggio 2018 – 14 maggio 2023;

5. di dare atto che la proroga del termine di scadenza di cui ai punti precedenti è condizionata alla formalizzazione dell’approvazione della relativa modifica al Re- golamento di esecuzione (UE) n. 809/2014 da parte della Commissione europea;

6. di prorogare al 15 giugno 2018 la scadenza dei termini per la presentazione dei programmi annuali di produzione con metodo biologico.

Il presente atto è pubblicato integralmente sul B.U.R.T. ai sensi degli articoli 4, 5 e 5 bis della l.r. 23/2007 e sulla banca dati degli atti amministrativi della Giunta regionale ai sensi dell’art.18 della l.r. 23/2007.

Il Dirigente
Sandro Pieroni

 

Fonte: Bollettino Ufficiale della Regione Toscana

Print Friendly, PDF & Email

About the Author:

Tecnologo alimentare Redazione Ruminantia Coordinamento Domus Casei Email: elisa.ruminantia@gmail.com

Scrivi un commento