Una panoramica delle stime dei costi di produzione e degli indici di margine lordo della produzione di latte nell’UE fino al 2018

//Una panoramica delle stime dei costi di produzione e degli indici di margine lordo della produzione di latte nell’UE fino al 2018

Una panoramica delle stime dei costi di produzione e degli indici di margine lordo della produzione di latte nell’UE fino al 2018

Nell’attuale contesto di mercato e politica, il monitoraggio dei margini della produzione di latte è importante per i responsabili politici e le parti interessate. La DG Agriculture and Rural Development ha creato uno strumento per il monitoraggio dei costi e dei margini di produzione del latte basato sugli indici. Gli aggiornamenti dei margini sono disponibili sul sito web del Milk Market Observatory. Lo strumento utilizzato per il monitoraggio del margine della produzione di latte si basa sul Farm Accountancy Data Network (FADN) e compensa il ritardo nella disponibilità dei dati utilizzando le informazioni sulla tendenza dei prezzi della DG Agriculture and Rural Development e di Eurostat. A seconda della disponibilità dei dati, lo strumento fornisce stime dopo la fine del trimestre di riferimento (vedere la metodologia in allegato).

Questo report presenta le stime dei costi di produzione del latte e degli indici marginali (2008 = 100) fino al terzo trimestre del 2018. Dopo un calo nel 2009, i costi di produzione del latte sono aumentati nei cinque anni successivi, raggiungendo un picco nel 2014 (con un aumento complessivo di quasi il 35% tra il 2009 e il 2014). Questa tendenza si è conclusa nel 2014, quando i costi operativi hanno registrato un lento calo durante i quattro anni che sono seguiti, con un calo totale del 12% tra il 2014 e il 2017. Gli sviluppi dei costi di produzione del latte per tonnellata sono principalmente determinati dalle variazioni del costo dei mangimi acquistati e dell’energia. La stagionalità della produzione di latte gioca anch’essa un ruolo importante nelle tendenze trimestrali: la produzione di latte è più elevata dopo il parto nel secondo trimestre dell’anno, il che si traduce in minori costi di produzione per tonnellata.

L’indice medio del margine della produzione di latte dell’UE è diminuito del 30% tra il 2008 e il 2009, in particolare a causa di un calo dei prezzi del latte. L’aumento dei prezzi del latte nel 2010-2014 ha più che superato i crescenti costi operativi, con conseguente recupero dell’indice del margine. Il calo dei prezzi verificatosi durante il periodo 2015-2016 ha determinato un ulteriore deterioramento dei margini della produzione del latte. Nonostante i costi di produzione relativamente bassi, nel 2016 l’indice medio del margine della produzione nell’UE è stato inferiore del 7% rispetto al 2009. Gli indici sono risaliti durante il 2017, raggiungendo il livello più alto del decennio (con un aumento di circa l’80% su base annua), guidati da un aumento del prezzo medio del 21% e da un calo dei costi del 2% su base annua. Gli indici del margine della produzione di latte sono diminuiti del 6% nei primi tre trimestri del 2018, tornando ai livelli rilevati nel biennio 2013-2014.

Clicca qui per leggere il report completo

 

Fonte: Commissione Europea

Print Friendly, PDF & Email
Di |2019-01-10T12:13:25+00:0010 Gennaio 2019|Categorie: News|Tags: , , |

About the Author:

Ruminantia - Lo spazio in rete dell'Allevatore. I migliori professionisti del settore a supporto dell'allevatore italiano, con informazioni aggiornate e articoli scientifici.

Scrivi un commento