Oggetto: Casi di frode che comportano l’uso di fertilizzanti non autorizzati da parte di aziende agricole biologiche certificate nell’UE

Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-003825/2019
Alla Commissione
Articolo 138
Martin Häusling

I fertilizzanti che possono essere sintetici e come tali vietati nell’agricoltura biologica vengono utilizzati nella Spagna meridionale. Lo riporta il quotidiano taz (3.11.2019), in un articolo con riferimenti alla ricerca.

Ciò afferma che gli organismi di controllo dell’Andalusia stanno autorizzando l’uso di prodotti contenenti così tanto azoto che, secondo gli esperti, possono essere fabbricati solo artificialmente. Tuttavia, i fertilizzanti azotati chimico-sintetici (nitrato di ammonio), così come il salnitro e l’urea del Cile, sono vietati nell’agricoltura biologica.

La ricerca afferma che i prodotti sono Nitromax e Trixol. Secondo l’organismo di controllo, Nitromax contiene il 34% di azoto (N), mentre il produttore fornisce una percentuale del 30%. Le proporzioni per Trixol sono rispettivamente del 24% e del 15%. I fertilizzanti ammessi non possono contenere più del 15% di azoto. Questi alti contenuti di azoto non possono essere ottenuti con materiale organico come farina di corno, trucioli di corno o altri prodotti di origine animale.

Secondo il taz, l’organismo di controllo di Sohiscert ha concesso l’autorizzazione e altri organi simili hanno seguito l’esempio. Il risultato è stato l’uso su vasta scala e non autorizzato di questi prodotti da parte di aziende agricole certificate biologiche.

1 Quali informazioni dispone la Commissione in merito all’autorizzazione di sostanze non autorizzate da parte di organismi di controllo nell’UE?

2 Quali azioni intraprende la Commissione per garantire che il regolamento biologico dell’UE sia attuato dagli organi di controllo negli Stati membri conformemente alla legge? Quali sanzioni vengono imposte in caso di violazione?

3 Come controlla la Commissione gli Stati membri per quanto riguarda la corretta attuazione del regolamento biologico dell’UE?

Risposta del Sig. Wojciechowski a nome della Commissione Europea 

Ai sensi dell’articolo 12, paragrafo 1, lettera e), del Reg. (CE) n. 834/2007, i fertilizzanti minerali azotati non possono essere utilizzati nella produzione biologica di piante. L’uso di fertilizzanti nella produzione biologica di piante è limitato a quei prodotti e sostanze autorizzati dalla Commissione in un elenco ristretto ai sensi del Reg. (CE) n. 889/2008. Inoltre, i fertilizzanti autorizzati nell’elenco ristretto indicato possono essere utilizzati solo quando l’uso corrispondente è autorizzato nell’agricoltura generale nello Stato membro interessato.

Per quanto riguarda i limiti di azoto, un limite si applica solo all’uso di letame, letame essiccato e pollina disidratata e agli escrementi di animali compostati, compreso la pollina. Non si applica tuttavia al contenuto di azoto nei fertilizzanti.

La Commissione effettua audit periodici per verificare la corretta attuazione della regolamentazione sul biologico negli Stati membri. Le non conformità possono essere notificate nel sistema informativo sull’agricoltura biologica e le autorità competenti possono applicare sanzioni agli organismi di controllo che non rispettano la legislazione.

Per quanto riguarda il caso specifico in Andalusia, la Commissione ha contattato le autorità spagnole e sta seguendo da vicino la situazione.

 

Fonte: Parlamento europeo

Print Friendly, PDF & Email