Chi siamo

Siamo un’azienda commerciale completamente dedicata al settore della nutrizione animale.

Nati con la distribuzione del bicarbonato di sodio Solvay e di altri prodotti chimico-minerali destinati al mercato zootecnico, abbiamo negli anni ampliato la nostra offerta con una gamma di prodotti Specialties che ci ha permesso di evolverci in sintonia con le esigenze di un mercato sempre più attento alle performance degli animali.

Vi aspettiamo sul nostro sito www.albitalia.com e sulla nostra pagina Linkedin

Principali prodotti

Acidificanti:

L’uso di acidificanti ha importanti benefici sulla salute degli animali soprattutto nelle fasi giovanili. Un adeguato abbassamento del pH garantisce la corretta digestione delle proteine, inibisce la crescita microbica nel mangime e nell’intestino dell’animale, rende il sapore più gradevole e migliora l’assorbimento di importanti minerali.

Aminoacidi:

Ogni specie animale è in grado di sintetizzare solo alcuni aminoacidi. Gli altri, detti “essenziali”, devono essere forniti con gli alimenti affinché la sintesi proteica proceda correttamente. L’integrazione con amminoacidi è fondamentale per cercare di ricostruire la “proteina ideale” per ogni specie animale.

Bentoniti:

Le bentoniti vengono utilizzate nel settore zootecnico come additivi da moltissimi anni, per la loro efficacia nel miglioramento della qualità del pellet, nella più agevole miscelazione di farine e polveri e nella riduzione dell’usura degli impianti. Inoltre, alcune bentoniti agiscono come captanti di pericolose micotossine.

Bicarbonato di sodio:

Il bicarbonato di sodio è una fonte di sodio senza cloruro, nonché la sostanza tampone più conosciuta ed utilizzata nel campo dell’alimentazione zootecnica, in grado di fornire risultati molto interessanti in tutte le specie da allevamento. Nelle vacche da latte previene l’acidosi, migliora le performance e riduce l’impatto negativo dello stress termico. Prove scientifiche in allevamento con dosaggi di Bicar®Z compresi tra i 300 e i 400gr/capo/giorno hanno evidenziato – rispetto agli animali trattati con 150gr/capo/gg – maggiori produzioni di latte (1,6kg/capo/gg), miglioramento dello stato sanitario e aumento del tasso di gravidanza.

Carrubina:

La carrubina è una farina tostata e micronizzata di polpe di carruba. Ha moltissime qualità organolettiche e sensoriali come – ad esempio – un elevato potere appetizzante, un’alta percentuale di zuccheri e un naturale potere astringente dovuto alla presenza di tannini.

Emulsionanti:

Gli emulsionanti nutrizionali sono in grado di migliorare ed ottimizzare la digestione dei grassi aumentando così l’efficienza energetica. Affinché funzionino bene in ambiente intestinale devono avere il corretto rapporto idrofilico-lipofilico.

Farina proteica e olio da insetti:

La farina di insetto rappresenta una fonte proteica alternativa e sostenibile, caratterizzata da un elevato valore nutrizionale. È ottenuta da larve di Hermetia illucens, allevate con processi tecnologici avanzati e piani alimentari appositamente studiati per garantire standardizzazione e qualità del prodotto. Questa materia prima ha un elevato contenuto di proteine, un profilo amminoacidico bilanciato ed un’elevata digeribilità.

Fitogenici e prodotti vegetali:

Estratti e prodotti di origine vegetale negli ultimi anni stanno trovando sempre maggior impiego nelle formulazioni zootecniche e petfood. I principi attivi contenuti nelle piante possono avere importanti benefici nel miglioramento della salute e delle performance degli animali. Agendo con modalità d’azione differenti è possibile impiegare diversi estratti vegetali ed ottenere effetti sinergici.

  • MICROALGHE
  • OLI ESSENZIALI

Idrossi oligoelementi:

Gli idrossi-oligoelementi sono una particolare categoria di oligoelementi quali zinco, rame e manganese racchiusi, grazie a legami covalenti, in una matrice a struttura cristallina che conferisce, rispetto alle tradizionali fonti inorganiche, un’eccellente stabilità, biodisponibilità e una distribuzione uniforme delle particelle nelle premiscele e nei mangimi.

  • EXCENTIAL SMART: Rame, Zinco, Manganese

Lievito e loro derivati:

I lieviti sono organismi eucarioti unicellulari che vengono utilizzati da moltissimi anni nell’alimentazione zootecnica sia tal quali, come lieviti vivi o inattivati, sia come prodotti derivati. In questo caso dalle cellule di lievito si possono separare le pareti, che sono ricche di MOS e i beta-glucani. ll contenuto cellulare invece si caratterizza per un alto contenuto di nucleotidi e un elevato potere appetizzante.

  • ACTIVEMOS: pareti cellulari
  • BIOTIDE EXTRA: estratto di lievito
  • BREWCELL: lievito di birra
  • HICELL: lievito autolisato
  • HYPERGEN: mos solubilizzati
  • MACROGARD®: betaglucani purificati
  • NUTRICELL: lievito di canna
  • SELEMAX: selenio organico

Magnesio ossido:

Il magnesio svolge un’importante funzione biologica, essendo in grado di influenzare l’attività di moltissimi enzimi cellulari coinvolti nel metabolismo energetico e nella sintesi proteica. Nonostante sia presente negli alimenti in quantità soddisfacenti, viene assunto dagli animali solo in piccola parte.

Membrana del guscio d’uovo:

La membrana del guscio d’uovo è un prodotto naturale, innovativo, sicuro ed efficiente per la salute articolare nel petfood e nei cavalli; prove scientifiche mostrano che è in grado di alleviare il dolore e l’infiammazione delle articolazioni nei cani.

Minerali:

I minerali costituiscono circa il 10% della materia vivente. Possono essere suddivisi in macroelementi, presenti in grandi quantità e con fabbisogni nell’ordine dei grammi/giorno, e microelementi presenti in piccole quantità con necessità di integrazione nell’ordine dei milligrammi/giorno.

L’insufficiente presenza di minerali nell’organismo può portare a conseguenze patologiche e cali di performance.

Probiotici:

I probiotici sono un gruppo di microrganismi vivi che, se assunti in determinate quantità, svolgono con modalità diverse un’azione benefica per la salute intestinale. Gli effetti principali si possono osservare sulla microflora, sull’inibizione dei batteri patogeni (tramite esclusione competitiva o produzione di sostanze battericide), sulla modulazione del sistema immunitario e della morfologia intestinale.

Silici:

Le silici trovano impiego nell’industria mangimistica ed integratoristica sia come agenti anticaking, in grado assorbire l’umidità del mangime riducendo l’impaccamento e aumentando la scorrevolezza durante la lavorazione e nello stoccaggio del prodotto finito, sia come carrier trasformando in polveri scorrevoli prodotti naturalmente liquidi come oli, acidi, pigmenti e aromi.

  • TIXOSIL

Urea:

L’urea viene usata da diversi anni nell’alimentazione dei ruminanti per aumentare la produzione di proteina batterica. I microrganismi presenti nel rumine sono in grado, infatti, di produrre proteina utilizzando come fonte di azoto l’ammoniaca prodotta dalla scissione dell’urea.

Vitamine:

Le vitamine sono dei bioregolatori che ricoprono ruoli essenziali e specifici per il corretto svolgimento dei processi fisiologici fondamentali.

La classificazione tradizionale divide le vitamine in:

  • liposolubili: A, D, E, K;
  • idrosolubili: B1, B2, B6, B12, Acido folico, Acido pantotenico, C, H, PP e colina.

L’organismo degli animali di interesse zootecnico non è in grado di sintetizzare le vitamine, ad eccezione della C, ed è quindi necessario un loro apporto alimentare o una sintesi da parte della microflora dell’apparato digerente.

Print Friendly, PDF & Email