Corteva Agriscience Italia, società interamente focalizzata sull’agricoltura, e Bioenerys, società controllata da Snam, specializzata nella realizzazione e gestione delle infrastrutture del biometano e nella promozione di questo green business, hanno annunciato una collaborazione pluriennale finalizzata all’implementazione della sostenibilità della filiera del biometano agricolo, in particolare per quanto riguarda la produzione delle biomasse foraggere e l’ottimizzazione dell’uso del digestato.

Per la durata di tre anni, Corteva fornirà prodotti e servizi agronomici, effettuando piani di monitoraggio dei suoli di Bioenerys, che includono analisi georeferenziate, analisi in precision farming, monitoraggio satellitare dei suoli e piani di monitoraggio delle biomasse, per migliorare processi volti al raggiungimento dei target di riduzione delle emissioni imposti dalle sfide che l’agricoltura si trova ad affrontare a causa dei cambiamenti climatici.

“La firma di questo accordo ci permetterà di monitorare in maniera più completa e dettagliata l’efficacia delle nostre attività a sostegno dell’intera filiera del biometano agricolo” ha dichiarato Luciano Danieli, Senior Manager Gestione Impianti BioenerysAgri “in particolare la partnership è mirata all’implementazione della sostenibilità di business mediante carbon farming e fertilizzazione di precisione con un duplice obiettivo: riduzione delle emissioni di CO2 e valorizzazione del doppio raccolto.”

I nostri servizi agronomici e le nostre capacità operative sono basati sull’innovazione e sullo sviluppo di soluzioni che riducono l’impatto ambientale delle attività agricole, a vantaggio non solo degli agricoltori ma dell’intero sistema, e siamo orgogliosi di poter collaborare con Bioenerys per sviluppare processi di sostenibilità ambientale e di business, coinvolgendo l’intera filiera del biometano”, ha dichiarato Matteo Piombino, Marketing Manager Corteva Agriscience Italia.

Print Friendly, PDF & Email